rotate-mobile
Elezioni comunali 2023

Università, Martinelli: "Necessario rendere lo studio un diritto effettivamente universale"

Il candidato sindaco dello schieramento di centrosinistra è intervenuto alla cerimonia di inaugurazione della residenza universitaria 'San Cataldo'

"Per una città come Pisa, con 47mila studenti, l'apertura di una nuova residenza universitaria come quella inaugurata in San Cataldo, è sempre una bellissima notizia. E' un passo in avanti importante verso la concreta esigibilità del diritto allo studio universitario". A dichiararlo è il candidato sindaco di Pisa per il centrosinistra Paolo Martinelli a margine dell'inaugurazione della nuova struttura avvenuta lunedì 6 marzo. Martinelli prosegue: "Partecipare alla cerimonia, per me, è stata soprattutto un'ulteriore occasione per toccare con mano i progressi compiuti, ma anche le enormi partite aperte in materia di diritto allo studio e di coinvolgimento degli studenti nella vita cittadina degli studenti. Ce lo ha detto il rettore Riccardo Zucchi: abbiamo 1.533 posti nelle residenze studentesche, ma gli aventi diritto sono 2.370. Lo ha sottolineato Ilaria, la rappresentante della componente studentesca nel Dsu: Il contributo economico che spetta a chi non ottiene il posto letto non sempre è sufficiente e comunque finisce con l'alimentare il caro affitti. Quindi bene questa nuova residenza, ma per rendere effettivo il diritto allo studio bisogna fare ancora di più".

"Serve aprire una stagione nuova in Comune, con la partecipazione degli studenti alla costruzione della città di domani. In una città in cui vivono 47mila studentesse e studenti - prosegue Martinelli - è necessario istituire un tavolo di coordinamento permanente tra il sindaco e i rettori dei tre atenei per individuare azioni che valorizzino le tre università cittadine in termini di offerta formativa, ricerca e spazi. Dobbiamo mettere al centro i temi che riguardano da vicino 47mila giovani cittadini, a cominciare da quelli che riguardano il diritto allo studio da rendere concretamente esigibile per le fasce inferiori di reddito. Allo stesso tempo, serve un dialogo costante e un coinvolgimento delle studentesse e degli studenti nella vita della città, perché non si sentano ospiti ma, come tutti i cittadini, energia viva della comunità cittadina. E' così che si valorizzano davvero i talenti, con politiche attive e un impegno chiaro e netto a ridurre le disuguaglianze" conclude Martinelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, Martinelli: "Necessario rendere lo studio un diritto effettivamente universale"

PisaToday è in caricamento