rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Elezioni comunali 2023 I Passi

Sport e sociale: sabato 6 maggio l’incontro aperto coi candidati Scognamiglio e Rizza

La proposta: “Ci impegneremo per il rinnovo della convenzione con il Cus, che deve tornare a essere un parco cittadino”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Si terrà sabato 6 maggio alle 20 al Dream Volley (I Passi) il dibattito aperto “Lo sport: una chiave di lettura sociale per Pisa” a cui parteciperanno i candidati alle elezioni comunali della lista Pd Maria Antonietta Scognamiglio e Davide Rizza. “Tra le proposte che avanzeremo per la città – affermano i candidati Rizza e Scognamiglio – c’è quella di realizzare nuove aree attrezzate per l’attività sportiva all’aperto, come il campo sportivo in via di Gello. Avremo inoltre una attenzione particolare all’edilizia scolastica sportiva accessibili a tutte e tutti”. “Ancora – continuano i consiglieri – ci impegneremo per il rinnovo della convenzione con il Cus, il Centro Sportivo Universitario, che deve tornare a essere anche parco cittadino, quindi di libero accesso alle persone di tutte le età. Pensiamo che, attraverso convenzioni per la ginnastica fisica adattata, proprio questi spazi possano essere utilizzati anche nelle ore mattutine. Il Cus sta già accogliendo le associazioni con ragazze e ragazzi con disabilità per praticare sport misti e paraolimpici, tuttavia il centro ha molte potenzialità ed è importante che si crei un tavolo di co-progettazione con università, terzo settore e scuola”. “Lo sport è maestro di vita, è inclusione, è incontro tra culture diverse – afferma Scognamiglio - Per questo ritengo con forza e convinzione che debba tornare al centro dell’agenda politica a ogni livello. Nella scorsa legislatura, come consigliera comunale, avevo portato la proposta di realizzare un protocollo d'intesa contro il bullismo e cyberbullismo in cui sarebbero state coinvolte anche le società sportive che avrebbero potuto portare la loro competenza per promuovere iniziative e progetti e partecipare ai percorsi informativi e formativi in accordo con la scuola, i servizi sociali e il terzo settore. Inoltre, si sarebbero potute rendere disponibili a offrire spazi idonei per le attività di volta in volta necessarie. La maggioranza però ha votato contro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport e sociale: sabato 6 maggio l’incontro aperto coi candidati Scognamiglio e Rizza

PisaToday è in caricamento