rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica Pontedera

Elezioni comunali Pontedera: Matteo Bagnoli è il candidato sindaco del centrodestra

Presentazione ufficiale per il capogruppo di Fratelli d'Italia: "Pronto ad interpretare il sentimento di riscatto dei tanti pontaderesi delusi, per cambiare davvero avrò bisogno di tutti"

"Sono pronto. Pronto a interpretare quel sentimento di riscatto che c’è già in tantissimi pontaderesi delusi soprattutto dal decadimento e dalle mancate promesse degli ultimi cinque anni. Anni in cui le frazioni sono state abbandonate, i commercianti non adeguatamente valorizzati, i cittadini lasciati al loro destino se non direttamente a contatto con il cerchio tragico del potere. Noi non vogliamo lasciare indietro nessuno e, per fare questo, abbiamo bisogno di tutti".

A parlare è Matteo Bagnoli, capogruppo in Consiglio comunale di Fratelli d'Italia Pontedera, che lancia la propria candidatura a sindaco in vista delle elezioni amministrative dell'8 e 9 giugno 2024. La sua investitura per il centrodestra è stata ufficializzata proprio nella giornata di ieri, 11 febbraio, ed è sostenuta da Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia e Noi Moderati. 

"Io amo Pontedera - afferma il candidato sindaco - vedo com’è e immagino come potrebbe diventare. Con le tante potenzialità inespresse, con la sua vocazione nazionale. Non solo Vespa, simbolo del Made in Italy nel mondo, ma centro di ricerca universitaria, arte e cultura, posizione baricentrica in Toscana e nella valle dell’Arno. Troppo spesso sacrificata a interessi particolari solleticati dalla Giunta Franconi con il solo obiettivo di mantenere il potere. Lo dico prima da cittadino e poi da uomo delle istituzioni. Del mio amore verso la nostra città parla il mio impegno di dieci anni da consigliere comunale, in cui ho imparato i meccanismi dell’amministrazione comunale ma, soprattutto, ho avuto la possibilità di parlare con tanti concittadini, condividendone le paure e le speranze, le esigenze quotidiane e la voglia di partecipare al cambiamento della nostra Pontedera".

"Ringrazio per il rinnovato sostegno e la fiducia nei miei confronti tutti i partiti del centrodestra, Fdi, Fi, Lega, Noi moderati, pilastri del mio programma e garanti del filo diretto che Pontedera avrà con il Governo Meloni. Ma per cambiare davvero la nostra città avrò bisogno di tutti: della società civile, dei professionisti, delle migliori intelligenze che vorranno donare un po’ del proprio tempo per la nostra comunità. Anche dei rappresentanti degli altri partiti che non si riconoscono nella giunta uscente. Io ho un progetto per Pontedera”.

"Sono convinto - è la chiamata di Bagnoli - che il governo della città passa, in primo luogo, dalle gambe delle persone che incarnano un’idea e un progetto, prima ancora che dalle formule politiche. Mi voglio dedicare al cento per cento a Pontedera. La mia è una candidatura inclusiva e aperta a tutti coloro che condivideranno la nostra base programmatica, arricchendola con idee e proposte che vanno nell’unica direzione che ci interessa: fare gli interessi dei pontaderesi. Costruiamo insieme la Pontedera che vogliamo. In Toscana 7 capoluoghi su dieci sono governati dal centrodestra che ha dimostrato di essere classe dirigente attraendo anche mondi un temo lontani, che guardano a noi con interesse. Pensiamo, senza andare troppo lontano, al vincente modello Pisa. Noi siamo pronti a governare anche Pontedera, con idee che saranno declinate nei prossimi mesi. Lavoriamoci insieme".

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia e coordinatore FdI a Pisa, Diego Petrucci: "Matteo Bagnoli è il candidato giusto per vincere il Comune di Pontedera alle amministrative di giugno. Le politiche del 2022 e le amministrative del 2023 hanno evidenziato che tutta la provincia di Pisa e la Toscana sono contendibili: non esistono più roccaforti rosse. Bagnoli cinque anni fa non è diventato primo cittadino per un soffio, con i numeri di oggi di Fratelli d’Italia (il nostro partito alle politiche ha preso il 29,2% dei consensi mentre il Pd si è fermato al 25,7%) ha tutte le carte in regola per essere il primo sindaco di centrodestra di Pontedera. La sfida è importante perché questa è la città della Piaggio e una delle principali realtà operaie della Regione. Cinque anni fa abbiamo strappato l’altra città simbolo del mondo operaio toscano (Piombino) alla sinistra, quest’anno Francesco Ferrari sarà confermato primo cittadino e vinceremo anche a Pontedera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali Pontedera: Matteo Bagnoli è il candidato sindaco del centrodestra

PisaToday è in caricamento