Lunedì, 15 Luglio 2024
Elezioni politiche 2022

Elezioni 2022, Passarelli Lio: "Investiamo nella geotermia, in Val di Cecina abbiamo un tesoro"

Per il candidato del Terzo Polo "gli obiettivi sono triplicare la produzione, prorogare la concessione e ridurre i costi per i cittadini"

La crisi energetica, la necessità del Paese di rendersi il più autonomo possibile, l’obiettivo imprescindibile di puntare sulle rinnovabili per centrare le 'emissioni zero' nel 2050. Per Michele Passarelli Lio, candidato del Terzo Polo nel collegio uninominale di Pisa, tutto questo deve spingere a "investire nella geotermia e aumentare i vantaggi per il territorio".

"Avere sotto i nostri piedi un tesoro come quello del calore proveniente dalla terra può essere un enorme vantaggio per la nostra provincia - afferma - ed in particolare per le terre della Val di Cecina. Ad oggi la produzione di energia geotermica nelle nostre terre copre circa il 30% del fabbisogno di consumo dell’intera Toscana, circa il 2% dei consumi italiani ed il 5% dell’energia generata da energie rinnovabili. Rispetto ad altre fonti rinnovabili la geotermia ha una continuità estremamente migliore ed anche dal punto di vista dell’impatto ambientale, la produzione ha grandi vantaggi".

Il candidato fa l'elenco delle necessità:

- sostegno all’innovazione, "principalmente sul rendimento degli impianti di produzione con l’obiettivo, come recenti ricerche evidenziano, di triplicare la produzione entro il 2050";
- chiarezza nella gestione del rinnovo delle concessioni, "è previsto per il 2024. Vista la complessità della situazione, a mio avviso, una proroga all’attuale gestore garantirebbe una continuità nello sviluppo che altrimenti sarebbe interrotto";
- ricaduta sul territorio, "anche a seguito dell’auspicata proroga, va prevista una maggiore ricaduta sul territorio di effetti benefici derivanti dalla produzione, anche sulla falsariga di quanto effettuato dalla regione Basilicata sulla drastica riduzione del costo del gas per i cittadini".

"Un tesoro quindi - conclude Michele Passarelli - da curare con attenzione ed i cui vantaggi, anche quelli occupazionali, che da studi recenti sono maggiori di quelli derivanti dalla produzione di altri tipi di energia rinnovabile, deve essere l’obiettivo di una politica ad oggi troppo distante dai territori e dalle necessità delle imprese e dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, Passarelli Lio: "Investiamo nella geotermia, in Val di Cecina abbiamo un tesoro"
PisaToday è in caricamento