menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anfiteatro di Volterra: Mazzeo scrive al ministro Franceschini

La lettera è stata inviata al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini

Dopo la visita agli scavi dell'anfiteatro romano di Volterra il consigliere regionale del Pd e candidato al Consiglio Regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, ha scritto una lettera al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, per chiedergli di contribuire a valorizzare l'opera. "Ho avuto l'occasione - scrive Mazzeo - di effettuare un sopralluogo sul cantiere degli scavi che stanno interessando l'anfiteatro romano di Volterra. Sta emergendo una struttura straordinaria sia relativamente allo stato di conservazione dei manufatti sia a quello dei luoghi oltre che di dimensioni molto superiori rispetto a quanto stimato all’inizio dei lavori. Un ritrovamento che, se adeguatamente valorizzato e recuperato, potrebbe essere un volano per la crescita del turismo dell’area e dell’intera Toscana e una delle scoperte archeologiche di maggiore interesse degli ultimi anni per l’intero nostro Paese".

Per consentire il prosieguo dei lavori e garantire in seguito la messa in sicurezza, il restauro e la fruibilità dell'opera, "sarà necessario -prosegue il consigliere - l'impegno di tutte le istituzioni. Il mio impegno, come consigliere della Toscana, è di rendere prioritaria la conferma dello stanziamento regionale anche per i prossimi anni e contribuire in tutte le forme opportune alla valorizzazione di tale scoperta. Nell’invitarla a visitare di persona il cantiere, Le chiedo fin da ora la possibilità di attivare quanto prima anche un luogo di confronto con il Ministero, le amministrazioni locali e regionali e la sovrintendenza per capire potenzialità e prospettive del luogo".

"Oltre a ritenere essenziale che prosegua il lavoro di incentivo al turismo nei luoghi d'arte avviato in questi anni con l'art bonus, auspico che il Ministero dei Beni Culturali possa contribuire allo sforzo di valorizzazione, riconoscendo la straordinarietà dell'opera, attraverso un 'Programma straordinario di monitoraggio e conservazione dei beni', sul modello di quanto fatto in altri contesti, anche valorizzando le opportunità di finanziamento offerte dal Recovery Fund".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Dolci regionali, la ricetta dei cantucci toscani

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fantino cade da cavallo all'Ippodromo San Rossore: ricoverato

  • Cronaca

    Coronavirus in Provincia: 22 casi nei comuni pisani

  • Cronaca

    Maltempo, pioggia in arrivo: allerta meteo gialla in Toscana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento