Regionali, Mazzeo: "A lavoro su fruibilità dell'Arno e per un'area metropolitana Lucca-Livorno"

Il riconfermato consigliere regionale del Pd: "Ho chiamato il Sindaco, dobbiamo elaborare velocemente le proposte per l'utilizzo del Recovery Fund"

"Abbiamo recuperato voti su Pisa, questo dimostra che non si governa con gli slogan". E' il riconfermato consigliere regionale del Pd, Antonio Mazzeo, a commentare i risultati delle elezioni che si sono svolte domenica e lunedì scorsi. Mazzeo è stato il secondo candidato più votato in provincia, con oltre 12mila preferenze, dietro l'altra candidata del Pd, Alessandra Nardini, che ne ha ottenute più di 15mila. 

Consigliere, avete avuto paura di perdere la Toscana? Vi aspettavate un risultato del genere?

Un po' di paura l'abbiamo avuta, ma quella paura positiva che ti fa lavorare. Abbiamo avuto il timore che la Toscana potesse diventare una regione chiusa e adottare un modello che l'avrebbe riportata indietro. I cittadini per fortuna hanno premiato il lavoro e la competenza. Ci sono delle cose da migliorare, ma siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto, soprattutto nella gestione dell'emergenza Covid.

A livello personale si aspettava cosi tante preferenze?

Sono soddisfatto soprattutto per il risultato ottenuto dal Pd in provincia di Pisa. Venivamo da una situazione difficile che avevano visto anche le dimissioni del nostro segretario. Siamo riusciti ad invertire il trend delle amministrative grazie all'impegno dei candidati e dei militanti che hanno battuto il territorio in lungo e in largo. Non è un caso che sono state premiate due persone giovani che in questi anni hanno lavorato tanto per far diventare Pisa centrale nello sviluppo della Regione. L'unica nota negativa arriva dal Comprensorio del Cuoio: lì dovremo fare un lavoro specifico, per capire che problemi ci sono stati e che risposte dare a imprenditori e lavoratori.

I risultati vi hanno premiato anche a Pisa. Che riflessi possono avere a livello cittadino queste elezioni?

Non è un voto legato all'amministrazione e sarebbe un errore pensarlo. Ma se guardiamo i risultati nel dettaglio ci rendiamo conto che tanti quartieri che alle amministrative avevano votato centro destra oggi gli hanno voltato le spalle. Penso al Cep, a Barbaricina, ma anche al Litorale dove abbiamo recuperato tanti voti. Questo deve essere un campanello d'allarme per questa amministrazione e dimostra il fatto che non si governa con gli slogan. Nel 2018 hanno raccontato tante bugie, promettendo cose che non sono riusciti a mantenere. Prima tra tutte quella della sicurezza.

Quali sono le prime cose su cui lavorerà in Consiglio?

Nelle prossime settimane dovremo elaborare le proposte per l'utilizzo del Recovery Fund. Io delle idee ce le ho: penso a una metropolitana di superficie che colleghi Livorno a Lucca, creando un'unica grande area metropolitana e a rendere fruibile e navigabile l'Arno. Ho chiamato il sindaco Conti chiedendogli un incontro nei prossimi giorni. Vorrei sapere quali sono le loro proposte, se ne hanno.

Giani dovrà ora definire la composizione della Giunta. Si aspetta qualche incarico?

Giani nominerà una Giunta basandosi sulle competenze, pescando magari anche persone che sono fuori dal Consiglio Regionale. Io sono stato votato per fare il consigliere e sono orgoglioso di questo. Qualsiasi scelta farà mi impegnerò per fare al meglio il mio lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, "Toscana da domenica zona arancione"

  • Nuovo Dpcm, più libertà per gli spostamenti tra comuni: le proposte dalla Toscana

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Dpcm Natale 2020, il decreto legge che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • Nuovo Dpcm, Conte: "Costretti a ulteriori restrizioni per evitare terza ondata"

Torna su
PisaToday è in caricamento