Meini e Bargagna (Lega): "Un regolamento regionale unico per la tutela degli animali"

Le proposte dei due candidati al Consiglio Regionale: "Tutela e difesa degli animali al centro del nostro programma"

I candidati per la Lega in Consiglio Regionale, Alessandro Bargagna ed Elena Meini, scendono in campo per gli animali e illustrano le proposte da portare in Regione. "La tutela e la difesa degli animali, sono punti fondamentali del nostro programma elettorale - hanno detto i due candidati del carroccio pisano. Il numero degli animali è di oltre 60milioni e ha raggiunto ormai quello della popolazione Italiana. Una famiglia su tre ha un animale in casa, parte integrante del nucleo, spesso un punto di riferimento e un fedele compagno per le persone che vivono sole. Lo abbiamo constatato maggiormente durante il periodo del lockdown. La presenza di un animale da compagnia è stata fondamentale, sia per i singoli  sia per i nuclei più numerosi, anche perché, la loro presenza, ha spesso ridotto lo stress e la solitudine".

La proposta è quella di creare un "regolamento regionale unico per la tutela degli animali, uno strumento aggiornato, utile e dinamico. L’obiettivo, è quello di portare in un lasso di tempo ragionevole, la Toscana ad essere sempre più una regione 'amica degli animali', dove si rispettano le regole di civile convivenza tra umani ed amici a più zampe e dove i nostri animali, potranno vivere in modo confortevole e con normative certe e moderne, anche e soprattutto nel loro interesse e di quello dei rispettivi padroni”.

Tra le proposte anche la revisione della Legge Regionale 59/2009 e relative modifiche, inerente animali d’affezione, randagismo e anagrafe canina, ritenuta dai candidati "ormai obsoleta" e la creazione del "corpo regionale delle guardie zoofile della Toscana, sulla stregua di quello già in vigore in altre regioni Italiane. Il loro compito sarà quello di vigilare sul rispetto delle leggi e dei regolamenti locali in materia di protezione degli animali, difesa del patrimonio zootecnico e tutela ambientale. Avranno inoltre il compito di promuovere ed educare al rispetto di animali e dell'ambiente".

"Importante è riproporre alcuni progetti già adottati a Pisa, come il ‘Bonus Bau‘ - affermano i candidati - un contributo una tantum da 100 euro, per chi possiede un cane ed ha difficoltà per sostenere le varie spese, un 'bonus gatto' per le famiglie in difficoltà economica proprietarie di un micio, da spendere per vaccinazioni e controlli presso il proprio veterinario di fiducia o il contributo economico di 200 euro all’anno per chi accoglie cani in adozione, provenienti da un canile comunale".

La volontà è anche quella di creare un soccorso e salvamento animali unico, suddiviso su base Provinciale. “L’istituzione di un soccorso e salvamento animali unico, su base Provinciale sarebbe un ulteriore positivo passo per la tutela degli animali ed importante anche per i cittadini, poiché li aiuterebbe a rendere più semplice ed effettiva la segnalazione”. Infine anche la proposta dei cani bagnino e l'istituzione di un cimitero per gli animali d’affezione, in ogni città della Toscana. Tanti cittadini ci hanno chiesto se fosse possibile trovare una soluzione dignitosa alla tumulazione dei loro fedeli amici a quattro zampe, per assicurare loro un rispettoso saluto. La Toscana merita di rinascere come lo meritano i nostri amici di sempre", concludono i due candidati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, crescono i contagi: 755 nuovi positivi

  • Una delle pizzerie più buone d'Italia: Gusto al 129 premiata da Gambero Rosso

  • San Giuliano Terme: apre il nuovo Conad City

  • Coronavirus, 581 nuovi casi in Toscana: un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus nel pisano: 39 casi a Pisa, 26 a Cascina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento