Elezioni regionali, il candidato Bagnoli (FdI): "Le comunità devono sentirsi rappresentate"

L'ex candidato sindaco a Pontedera, in viaggio fra i borghi tra la Valdera e la Valdicecina per la campagna elettorale

In viaggio per ascoltare i cittadini in oltre 250 borghi tra la Valdera e la Valdicecina. E' il progetto del candidato alla regione per Fratelli d'Italia Matteo Bagnoli. "La provincia di Pisa attende da troppo tempo risposte dal governo regionale sulle molte criticità che sta vivendo - dice sui temi - dal depotenziamento dell’ospedale di Volterra ai problemi infrastrutturali della sr 68, dalla Bientinese all’alta velocità tra Firenze e Pisa; dalla valorizzazione degli imprenditori dell’industria della Valdera, agli artigiani della Valdicecina e della Valdera che chiedono nuovo slancio, fino alle eccellenze del distretto conciario e alla tutela dell’industria farmaceutica pisana. Un territorio che chiede a gran voce un’attenzione maggiore alla tutela del suo ambiente con meno discariche e una valorizzazione dello sviluppo turistico e delle sue ricchezze agroalimentari. E ancora l’aeroporto di Pisa e il litorale. La Toscana, dopo anni di guida monocolore, ha bisogno di nuova linfa, di nuove idee e di nuove prospettive. Ecco perché ho deciso di accettare la candidatura a Consigliere regionale per Fratelli d’Italia alle prossime elezioni di settembre e di questo ringrazio Giorgia Meloni e i coordinatori provinciali e regionali del mio partito".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Toscana - prosegue - ha bisogno di persone che hanno voglia di mettersi in gioco e che, soprattutto, tornino ad interpretare i bisogni delle loro comunità di riferimento ormai mortificate nel ruolo originario di sentinelle per il governo del territorio, tutto incentrato quasi ed esclusivamente su Firenze che vive, ciecamente e in modo ostile, il suo rapporto con Pisa. Una provincia bellissima con tre diocesi e molte comunità, da Sasso Pisano a Vecchiano da Marina di Vecchiano a San Miniato, che hanno bisogno di sentirsi davvero rappresentate a Firenze. In questi giorni, nel mio viaggio tra i borghi della Valdera e della Valdicecina ho incontrato e ascoltato tantissimi cittadini che mi chiedono di preservare la Toscana dai molti errori commessi in questi anni, di tornare a proteggerla e di renderla migliore. La nostra Toscana, con Susanna Ceccardi, avrà la possibilità di tornare a mettere al centro delle proprie politiche i cittadini, rispettandoli e dandogli nuove opportunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento