menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, Meini: "Priorità turismo, Galilei e ripartenza dell'Università"

La candidata della Lega, con oltre 5mila preferenze, approda in Consiglio Regionale. Ricoprirà anche il ruolo di consigliere comunale a Cascina: "Betti ha un vantaggio importante, ma era così anche 5 anni fa"

Con oltre 5mila preferenze, è stata la candidata della Lega più votata in provincia di Pisa alle elezioni del 20 e 21 settembre scorsi. Numeri che hanno permesso a Elena Meini di aggiudicarsi un seggio in Consiglio Regionale dove, dice, "lavorerà per il territorio, per far ripartire il turismo, l'aeroporto Galilei e l'Università". Ma ricoprirà anche il ruolo di Consiglio Comunale a Cascina, posizione già ricoperta nei 5 anni appena trascorsi.

Meini, ieri a Firenze c'è stato un incontro tra i consiglieri del centro destra a cui era presente anche la candidata a presidente Susanna Ceccardi. Di cosa avete discusso?

Abbiamo fatto un bilancio del voto e discusso delle modalità con le quali faremo opposizione nei prossimi 5 anni. Sarà un lavoro costruttivo e se le proposte saranno buone non diremo di no a prescindere, solo a perchè a presentarle sono state altre forze politiche. Abbiamo parlato di infrastrutture, sanità, ambiente, rifiuti e di come far ripartire le imprese dopo il periodo di emergenza. Al primo consiglio regionale presenteremo un piano per il rilancio economico della Toscana basato su sburocratizzazione, microcredito e contributi alle imprese. 

Qual è il giudizio sul risultato delle Regionali? Vi aspettavate qualcosa di più?

Se guardiamo ai sondaggi ci aspettavamo sicuramente qualcosa di più. Sapevamo di essere dietro a Giani ma pensavamo ad un distacco minore. Se andiamo a vedere i numeri notiamo però che il centro destra è davanti in 5 province su 10 e in circa 120 comuni. Dobbiamo ripartire da qui, cercare di dare risposte ai cittadini che ci hanno votato e costruire una proposta che ci possa far vincere alle prossime amministrative, anche in quei comuni in cui non governiamo.

Quale saranno i primi temi sui quali lavorerà in Regione?

A livello locale lavorerò a dei provvedimenti che possano sostenere il turismo, per la ripartenza del Galilei e dell'Università. A livello più ampio a come far ripartire l'economia regionale. In campagna elettorale ho incontrato circa 150 imprese del territorio, quindi questo è un tema che mi sta particolarmente a cuore. Serve prima di tutto uno snellimento burocratico.

Lei si è candidata anche come consigliere comunale a Cascina. Che risultato vi aspettate domenica e lunedì?

Io ero consigliere comunale nello scorso mandato e lo sarò anche nel prossimo, visto i voti che ho ricevuto. Il divario rispetto a Betti c'è ed è importante, soprattutto alla luce degli apparentamenti degli ultimi giorni. Si è venuta a creare una situazione 'tutti contro la Lega': non c'è un programma condiviso, solo la volontà di andare contro la Lega e spartirsi le poltrone. Noi abbiamo invece ricevuto il sostegno esterno di Rollo, sulla base dei temi e di come vorremo che fosse Cascina tra 5 anni. Detto questo, anche 5 anni fa la situazione al primo turno ci vedeva distanti dal centro sinistra, poi avvenuto quello che in pochi si aspettavano. Continueremo a lavorare nei prossimi giorni per convincere più cittadini possibili. Ad incidere sarà anche l'affluenza, visto che di solito al ballottaggio vanno a votare meno persone rispetto al primo turno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in provincia: oltre 30 nuovi casi in Valdera

  • Cronaca

    Confcommercio in protesta a Firenze: "Una data per riaprire o lo faremo il Primo maggio"

  • Cronaca

    Contributi elettorali, l'ex governatore Rossi a processo per falso

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento