Elezioni Regionali: il candidato della Lega Gabbriellini in visita al Lotti di Pontedera

Se eletto uno degli impegni di Gabbriellini sarà quello di "convocare una conferenza Stato-Regione per risolvere i problemi del personale medico e infermieristico"

Il candidato al consiglio regionale della Lega, Gabriele Gabbriellini, ha fatti visita all'ospedale Lotti di Pontedera. Una visita che Gabbriellini definisce "molto interessante". "Ringrazio il direttore Nardi per averla autorizzata - scrive in una nota Gabbriellini - e per avermi illustrato pregi e difetti di uno dei punti nevralgici della nostra provincia. Il mio impegno, una volta eletto sarà quello di valutare l'indizione di una conferenza Stato-Regione nel tentativo di risolvere i problemi, comuni purtroppo nelle strutture ospedaliere, relativi al personale sia medico che infermieristico il quale è costretto giustamente ad effettuare i corsi di specializzazione ma quest'ultimi sono in numero decisamente inferiore rispetto al numero dei laureati".

Secondo il candidato leghista in questo modo "si viene a creare un doppio imbuto, il primo legato al numero chiuso dei corsi di laurea ed il secondo, post laurea, nei corsi di specializzazione e questo, purtroppo, ci è stato dimostrato anche dalla recente pandemia, non ce lo possiamo permettere. In seguito alla visita è venuto fuori anche il nodo cruciale di Volterra,il cui ospedale sarebbe alle dipendenze di Pontedera ma di fatto è una struttura a se stante in un intreccio di competenze che necessita di essere risolto".

"A tal proposito - cobnclude Gabbriellini - le soluzioni potrebbero essere diverse: una di queste,che io escluderei a priori, è quella della chiusura della struttura. L'altra potrebbe essere l'assunzione dell'intero personale, mentre la terza potrebbe essere quella di rendere Volterra un centro di primo soccorso con successiva destinazione dei pazienti ai reparti vicini a seconda delle patologie. Appare evidente che una struttura di importanza rilevante come questa e come le altre presenti nella nostra provincia e nell'intera regione abbiano bisogno di essere messe nella condizione di poter dare il massimo perché di questo abbiamo bisogno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento