Sanità, Giani: "Sì ai due posti di terapia intensiva a Volterra"

Il candidato della coalizione di centro sinistra alla presidenza della Regione Toscana, accoglie e sostiene il progetto elaborato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e da Auxilium Vitae 

Eugenio Giani, candidato della coalizione di centro sinistra alla presidenza della Regione Toscana, accoglie e sostiene il progetto elaborato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e da Auxilium Vitae per l'implementazione di due posti letto di terapia intensiva, che potranno essere a disposizione dell'ospedale volterrano e allestiti nei locali, già attrezzati, di Auxilium. 

"Il complesso ospedaliero di Volterra - afferma Giani - non è un piccolo presidio ma un sistema sanitario articolato su più realtà di chiara eccellenza, come Auxilium Vitae, Rems, Inail, Azienda pubblica di servizi alla persona Santa Chiara e la Casa di Reclusione, e come tale, proprio per la sua unicità e importanza, necessita di strutture sane e in piena sicurezza. Grazie a un accordo funzionale e senza l'aggravio di costi particolari, visto che entrambe le strutture, ospedale ed Auxilium Vitae, sono controllate da Usl e coincidono negli stessi immobili la terapia intensiva può e deve diventare una realtà per tutto il territorio, cogliendo anche l'occasione della disponibilità da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra di farsi carico dell'acquisto di macchinari e strumenti mancanti e necessari alla messa in funzione dei posti letto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento