Turismo, le proposte della candidata Ilaria Boggi (Lega)

Boggi in lizza nella circoscrizione di Pisa a sostegno della candidatura di Susanna Ceccardi

"La Toscana, da sempre, deve parte importante della sua ricchezza al turismo, che nel 2019 ha fatto registrare 50 milioni di presenze. Il segmento più importante è ovviamente quello dell’arte. Il Covid-19 ha azzerato alcuni segmenti, come il turismo congressuale, minandone altri e lasciando al momento senza troppe conseguenze solo quello balneare. Come in tutti i momenti di crisi, bisogna reinventarsi e il turismo non deve essere da meno. Anche e soprattutto in Toscana, che ha un patrimonio storico, artistico, paesaggistico diffuso": Ad intervenire su una tematica fondamentale per la Toscana è la candidata consigliera nella lista della Lega alle prossime elezioni regionali Ilaria Boggi. "Un mio impegno da consigliere regionale sarà quello di avviare azioni dirette a far conoscere l’importanza di zone, campagne e borghi meno battuti, fortemente presenti anche in provincia di Pisa, e di rivedere scelte strategiche che hanno portato a un turismo non sostenibile basato su masse che si accalcano su zone già densamente popolate (parlando anche con i tour operator internazionali e le grandi società crocieristiche). Per avere un quadro di insieme bisogna incentivare gli strumenti digitali - afferma Boggi - altro settore da rilanciare è quello medicale, fortemente legato alle presenze di rilevanti stazioni termali. E ancora, si può e si deve preservare il nostro patrimonio artistico impegnandosi per garantire, a livello regionale, più incentivi e meno vincoli fiscali a chi gestisce dimore storiche. Va poi favorito il turismo di tipo familiare, con particolare attenzione a bambini e possessori di animali, e con una peculiare sensibilità per i portatori di handicap".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quindi, gli impegni che mi sento di prendere, anche sulla scia di quanto suggerito da Lettera 150, una chat online di docenti universitari, sono per un turismo sempre più digitale, o 4.0. Per un turismo diffuso sul territorio. Per un turismo attento ai cosiddetti turismi minori (congressuale, medicale, religioso) e che sappia tutelare edifici storici e borghi antichi dallo spopolamento. Per un turismo inclusivo e competitivo, basato sulla sensibilità umana e sulla qualità professionale" conclude Boggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento