Elezioni e Covid, le misure del Comune di Pisa: "Sforzi per votare in sicurezza"

La vicesindaco Raffaella Bonsangue spiega che saranno impiegati anche i volontari della protezione civile

Per le operazioni di voto del prossimo 20 e 21 settembre, il Comune di Pisa ha previsto sia aperture straordinarie degli uffici, con alcuni cambi di sedi di seggi elettorali per lavori nelle scuole, che, per contrastare il Coronavirus, tutta una serie di regole per accedere in sicurezza presso le sezioni. A queste norme si aggiungono poi ulteriori prescrizioni per i componenti dei seggi e per le sanificazioni.

Tutti questi sforzi sono sottolineati dalla vicesindaco di Pisa Raffaella Bonsangue: "Stiamo gestendo questa fase nel migliore dei modi possibili, anche grazie agli uffici comunali, che ringrazio per lo straordinario impegno messo in questi giorni: interpretare le normative nazionali e regionali così confuse e lacunose non è affatto semplice. La nostra priorità è quella di garantire, nel rispetto delle norme anti-covid, che tutti quelli che ne hanno diritto, possano esprimere il loro voto. Proprio per questo abbiamo messo in campo anche i volontari della protezione civile, per cercare di agevolare le operazioni sia all’interno che all’esterno dei seggi. Sempre per lo stesso motivo abbiamo convocato per mercoledì 16 settembre tutti i presidenti di seggio a Pisa in videoconferenza. L’obiettivo è fugare gli ultimi dubbi che dovessero sorgere e trovare un modus operandi comune".

Prescrizioni per i componenti dei seggi

I componenti dei seggi devono indossare la mascherina chirurgica, mantenere sempre la distanza di almeno un metro dagli altri componenti e procedere ad una frequente e accurata igiene delle mani. L'uso dei guanti è consigliato solo per le operazioni di spoglio delle schede. In ogni ufficio di sezione, l’elettore, dopo essersi recato in cabina ed avere votato e ripiegato la scheda per il referendum, anziché riconsegnarla al presidente dell’ufficio di sezione stesso, provvede ad inserirla direttamente nella corrispondente urna.

Sanificazioni degli edifici scolastici

Il Comune di Pisa nei giorni scorsi ha dato incarico alla ditta Colser di Parma di provvedere alla pulizia straordinaria e sanificazione degli ambienti scolastici utilizzati come sede di seggio. Il programma delle sanificazione inizierà da sabato 19 settembre nella mattinata e proseguirà domenica nel pomeriggio, lunedì nella mattina a partire dalle ore 7. Le ultime sanificazioni saranno svolte, concluse le operazioni di voto e scrutinio, martedì 22 settembre, a partire dalle ore 8. I locali interessati saranno: androne, corridoi, bagni, ascensori ove presenti ed in particolare delle aule sede di seggio (tavoli e cabine elettorali) e di quelle destinate alla forza pubblica.

Affidato alla ditta Euro & Promos FM di Udine il servizio di sanificazione dei locali comunali che nei giorni delle elezioni ospiteranno il Centro Organizzativo Elettorale, comprensivo del personale addetto alla ricezione e inserimento dei dati elettorali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento