Salvini al caseificio senza mascherina, Nardini (Pd): "Si sente un privilegiato"

La capolista alle prossime elezioni regionali per il Partito Democratico attacca Salvini e Ceccardi dopo l'episodio avvenuto nell'azienda Busti

"Se la Ceccardi non è neanche in grado di dire a Salvini 'Tirati su la mascherina' come potrebbe garantire la sicurezza di un'intera Regione?". Duro attacco della capolista PD in provincia di Pisa alle prossime Regionali, Alessandra Nardini, contro la candidata presidente Susanna Ceccardi. 
Nardini si riferisce alla recente visita di Ceccardi e Salvini al Caseificio della Famiglia Busti di Acciaiolo, durante la quale il leader della Lega è stato ritratto senza mascherina, nell'atto di avvicinare naso e bocca a un pecorino. La consigliera del Partito Democratico, sulla sua pagina Facebook ufficiale, mette a confronto questa immagine con una di circa un mese fa, che ritrae una visita allo stesso caseificio sua e del candidato del centrosinistra Eugenio Giani, entrambi con la mascherina.

"Facendosi beffe di ogni regola e dell'esempio che un politico in questa fase dovrebbe dare - attacca Nardini - Salvini avvicina senza mascherina naso e bocca al pecorino. Le lavoratrici e i lavoratori, anche e soprattutto del settore alimentare, ogni giorno devono indossare anche con questo caldo mascherine e altri dispositivi di protezione e di igiene per proteggere i consumatori e per proteggersi a vicenda. Lui no: lui si sente un privilegiato per cui le regole non valgono. Lui, proprio nei giorni in cui i contagi tornano a salire e in cui un politico dovrebbe richiamare alla responsabilità individuale e collettiva, si fa fotografare nell'apice di un comportamento a rischio, proprio in un luogo, come un caseificio, in cui le regole igienico-sanitarie sono fondamentali e dove lavorano moltissime persone, mettendole a rischio. Non c'è niente da fare, questi leghisti fanno danni ovunque vanno!".

"Nelle aziende, da politici, ci si va per conoscerle, per comprenderne i bisogni e per mettere in campo politiche di sostegno, non per danneggiarne l'immagine su tutti i media con il proprio comportamento scellerato, durante una passerella fatta solo per i selfie - prosegue Nardini - la Ceccardi, ovviamente, si è ben guardata dal dire qualcosa al suo collega di partito. Mi chiedo: se non è neanche in grado di dire a Salvini 'Tirati su la mascherina e non avvicinare bocca e naso a un prodotto alimentare', come potrebbe mai garantire la sicurezza di una Regione intera nei mesi delicatissimi che ci aspettano?".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento