Petrucci su infrastrutture: "Investire sulla Fi-Pi-Li, basta alle scelte sbagliate della sinistra"

Il capolista a Pisa di Fratelli d'Italia pone le priorità sulle vie di comunicazione, da aeroporti a vie d'acqua

"Quanto tempo passano i toscani in coda sulla Fi-Pi-Li, ogni anno? Settimane". Diego Petrucci, capolista di Fratelli d’Italia nel collegio di Pisa alle Regionali in Toscana, propone nuovi e definitivi investimenti della Regione su questa infrastruttura e critica le scelte di Enrico Rossi ed Eugenio Giani al governo della Toscana.

"Le infrastrutture - spiega Petrucci - sono un tema da cui la politica scappa dicendo che non ci sono soldi a sufficienza. Io penso che siano una scusa e un alibi; la verità è che in questi anni ci sono state solo scelte sbagliate". Petrucci cita il caso del People Mover, "un’opera inutile che è costata la cancellazione del binario di collegamento fra la Stazione e l’Aeroporto di Pisa. Ci siamo sempre opposti alla realizzazione di questa infrastruttura per la quale la Regione, con Giani e Rossi ha investito 70 milioni di euro inutilmente. Come se fosse un’opera connotante del loro governo. E intanto la Fi-Pi-Li continua a restare sempre nelle stesse condizioni, con una mole di traffico sproporzionata, senza la terza corsia e senza le norme di sicurezza". Petrucci aggiunge: "Tanto è vero che ogni volta che accade qualcosa su questa arteria, si paralizza e viene chiusa. Giani si è accorto solo il 20 agosto che la Fi-Pi-Li ha bisogno di risorse, noi lo diciamo da anni".

Sulle scelte sbagliate della Regione Petrucci insiste anche in relazione alla questione aeroporti di Pisa e di Firenze. "Non è vero che non ci sono risorse a sufficienza. Si pensa di investire 300milioni di euro pubblici sulla seconda pista di Peretola: anche questa sarà una scelta sbagliata. L’aeroporto di Firenze deve essere ammodernato e messo in sicurezza, con investimenti, è chiaro, ma l’unico scalo toscano che può avere una valenza intercontinentale è quello di Pisa. E il campanilismo non c’entra nulla".

E infine, le vie d’acqua: "Abbiamo una via d’acqua importantissima che è la via d’acqua dell’Arno e il Canale dei Navicelli. Va dragato. Ora c’è un pescaggio di 2 metri e mezzo, deve essere portato almeno a 3 metri e mezzo per essere competitivo e ospitare natanti di 50 metri. Quanto costa? Un milione di euro. La Toscana deve mettere questo milione, perché è una infrastruttura fondamentale che porta automaticamente investimenti, sviluppo e posti di lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questi - conclude Petrucci - sono tre punti imprescindibili che porterò in Regione se sarò eletto consigliere. Scelte giuste, lungimiranti, non penalizzanti o ideologiche per un uso intelligente delle risorse che abbia ricaduta effettiva ed efficace sui nostri territori e sulla creazione di posti di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Coronavirus in Toscana: 91 nuovi casi, un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 119 nuovi positivi: 18 casi in più a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento