Imprese a confronto a Navacchio con il Ministro Amendola e la candidata Pd Nardini

Nell'incontro pubblico fissate le priorità per uno sviluppo sostenibile della Toscana e del Paese

Al Polo Tecnologico di Navacchio, la capolista Pd in provincia di Pisa alle prossime elezioni regionali Alessandra Nardini e il Ministro per gli Affari Europei Vincenzo Amendola si sono confrontati con le imprese e le categorie economiche della Provincia sull'ottimizzazione delle opportunità che si possono aprire per il territorio e per il Paese grazie alle risorse europee. All'incontro ha portato il suo saluto anche il candidato sindaco di Cascina Michelangelo Betti.

Sul fronte della competizione elettorale e del rapporto con l'Ue, la Nardini ha detto che "è un'occasione storica e straordinaria, che abbiamo ottenuto grazie alla battaglia del Governo e del Partito Democratico. Parliamo di risorse fondamentali per la ripresa e per programmare investimenti, a cui Susanna Ceccardi e la Lega, che oggi si candidano a governare la Toscana, hanno votato contro al Parlamento Europeo. Voglio ringraziare le moltissime imprese e categorie che hanno partecipato, con tanti contributi utilissimi in cui mi riconosco e che assumo come impegni precisi per la prossima legislatura regionale, durante la quale se sarò eletta continuerò con questa interlocuzione e questo confronto in modo continuativo, per costruire insieme al mondo imprenditoriale e produttivo le soluzioni migliori per il nostro territorio".

Dalle imprese e dalle categorie economiche, sono state poste molte istanze: da un ruolo centrale che le Regioni e le finanziarie regionali devono avere nei prossimi mesi nel velocizzare finanziamenti e investimenti allo snellimento burocratico; dalla spinta su digitalizzazione e green economy agli investimenti in economia circolare e riduzione degli sprechi nei cicli produttivi; dal miglioramento dei collegamenti e delle infrastrutture nella provincia agli interventi in infrastrutture immateriali e connessione veloce e alla tutela delle filiere strategiche delle nostre manifatture artigianali. Proprio nella cornice del Polo Tecnologico è stata rilanciata la necessità di rendere il territorio pisano come un baricentro di tecnologia e innovazione a livello nazionale, partendo dalle eccellenze presenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Ministro Amendola, nel suo intervento, ha sottolineato "l'importanza di un percorso di confronto e concertazione come questo", e ha definito "essenziale" che alle prossime Regionali in Toscana si affermi un'opzione europeista. Dal Ministro la conferma che il Governo vede nel sostegno alle imprese, negli investimenti in innovazione e tecnologia, nella Green Economy e nella semplificazione e velocizzazione del Paese le priorità di intervento per "costruire un Paese più verde, più semplice, più innovativo e più giusto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Coronavirus in Toscana, 90 casi in più: a Pisa 24 nuovi positivi

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento