"Sconfitto l'attacco di Salvini alla Toscana"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il risultato delle elezioni regionali rappresenta sul piano politico un punto di passaggio importante nel ridimensionamento degli obbiettivi della destra leghista e nella esplicitazione delle ambiguità del M5S. L'attacco di Salvini alla Toscana è stato sconfitto da una reazione democratica di una parte significativa dell'elettorato che nelle ultime consultazioni, regionale e europea, aveva scelto di stare a casa. Una mobilitazione democratica che ha attivato molte forze e per la quale è nata anche la lista Sinistra Civica Ecologista, che si era data proprio come primo obbiettivo quello di contrastare l'avanzata di una destra che aveva superato il centrosinistra nelle elezioni europee, evitando dispersioni nocive. Il secondo obbiettivo della lista, costituita poco più di un mese fa, con simbolo nuovo e poche risorse, era quello di provare ad entrare in Consiglio Regionale portando i contenuti di uno sviluppo sostenibile, attento verso le sfide ambientali e per una transizione ecologica connessa alla questione sociale della lotta alle diseguaglianze. Marcando, in tal senso, l'esigenza di un rinnovamento della sinistra.

Purtroppo, allo stato dei dati elettorali, il risultato della lista Sinistra Civica Ecologista si arresta alla soglia dello sbarramento al 3%. Per pochi voti non otteniamo un consigliere. Ciò è fonte di rammarico, certamente. Ma non annulla il valore dell'iniziativa che abbiamo avviato come lista e che punta a riattivare un circuito positivo di confronto e di azione a sinistra a livello regionale. 

Eccezionale e straordinario è stato invece il risultato della lista Sinistra Civica Ecologista a Pisa che aveva come capolista Paolo Malacarne.  Quasi diecimila voti a livello provinciale (5,2%) con 5408 preferenze a Malacarne. Forse il rapporto più alto tra i voti espressi e l'indicazione della preferenza di tutta la Toscana. Nei comuni di Pisa, Calci e S.Giuliano la lista ha raggiunto e superato il 10% dei consensi. Si tratta di un successo realizzato con pochi mezzi,  e per questo ancora più importante sul piano della qualità dei candidati e della domanda di novità e di cambiamento presente in tanta parte della sinistra pisana.  Intendiamo interpretare questo voto come un punto di partenza, non tanto e non solo sul piano delle prossime scadenze elettorali e amministrative, quanto e soprattutto sul piano del rilancio di una politica più partecipata a cominciare dai contenuti, dalle idee e dai progetti più che dalle personalizzazioni.

Grazie a tutti coloro che hanno sostenuto e votato per la lista Sinistra Civica Ecologista e, ovviamente, anche per ricacciare indietro i propositi della destra. 

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento