rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Elezioni Comunali 2013

Elezioni: ancora una punto interrogativo sul nome del candidato del PDL

Si è aperto un tavolo di lavoro, grazie all'intervento del coordinatore regionale del Popolo della Libertà Toscana Massimo Parisi, che dovrà invitare tutte le forze politiche e civiche della città ad un immediato confronto sulle priorità programmatiche

Un tavolo per decidere chi sarà il candidato sindaco del PDL. Il tempo infatti avanza e il nome di chi si presenterà alle elezioni amministrative di maggio per il partito di Silvio Berlusconi manca ancora all'appello, dopo i contrasti delle scorse settimane sull'appoggio al candidato sindaco di Noi Adesso Pisa ed ex PDL Diego Petrucci. "Il coordinatore regionale del Popolo della Libertà Toscana Massimo Parisi questa mattina (ieri, ndr) ha incontrato a Pisa il coordinatore provinciale Silvia Silvestri, il vicecoordinatore vicario Giacomo Cappelli, il capogruppo al Comune Giovanni Garzella e il senatore Franco Mugnai - si legge in una nota del PDL - nel corso dell’incontro è stata analizzata la situazione politica della città anche alla luce dell’esito delle elezioni dello scorso febbraio, dalle quali è emerso un quadro tutt’altro che confortante per l’attuale maggioranza, che appare sempre più divisa al proprio interno e inadeguata a risolvere i nodi strutturali irrisolti della città. Alla luce di tali considerazioni il Popolo della Libertà intende ribadire la volontà di rappresentare il perno di una coalizione quanto più ampia possibile delle forze politiche e civiche che non si riconoscono nell’attuale maggioranza e che intendono contribuire a un vero rilancio economico e sociale della città".

"A tal fine è stato costituito e si è immediatamente insediato un tavolo di lavoro composto da Silvia Silvestri, Giacomo Cappelli, Giovanni Garzella e Franco Mugnai che dovrà in tempi rapidissimi elaborare e presentare alla città i punti qualificanti del programma del PDL basandosi sull’ottimo lavoro svolto in questi anni dal gruppo consiliare comunale - prosegue il comunicato - su queste basi il gruppo di lavoro è stato incaricato anche di invitare tutte le forze politiche e civiche della città ad un immediato confronto sulle priorità programmatiche, con particolare riferimento a quelle forze moderate che si sono sempre contraddistinte per la loro alternatività alla sinistra. Il tavolo dovrà anche predisporre una bozza di lista dei candidati consiglieri comunali favorendo la più ampia apertura alla società civile pisana e valorizzando adeguatamente l’esperienza dei consiglieri comunale uscenti". 

"Il gruppo di lavoro - concludono dal PDL - relazionerà al coordinatore regionale nel volgere massimo di una settimana, affinché si possano poi assumere, nel rispetto dello statuto del partito, le decisioni conseguenti anche in relazione alla scelta definitiva del candidato sindaco, scelta che, tra quelle in corso di valutazione, dovrà andare incontro all’esigenza del più ampio coinvolgimento possibile di tutte le forze politiche e civiche che si propongono di costituire l’alternativa al centrosinistra".
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni: ancora una punto interrogativo sul nome del candidato del PDL

PisaToday è in caricamento