Martedì, 19 Ottobre 2021
Elezioni Comunali 2013

Elezioni, chiese invase dai rampicanti: la denuncia del Movimento Cinque Stelle

Nell'ultimo comunicato prima delle elezioni in programma domenica e lunedì, la candidata Valeria Antoni denuncia lo stato di degrado in cui versano alcuni edifici storici cittadini. Il Movimento chiuderà la campagna elettorale al polo SMS

Da laureata in Conservazione dei Beni Culturali all'Università di Pisa, la candidata a sindaco del Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni amministrative non poteva non chiudere la sua campagna elettorale con un ultimo comunicato stampa nel quale denuncia lo stato a cui sono lasciate alcune opere d'arte nella città della Torre.

"È incredibile come a Pisa, città d’arte celebre in tutto il mondo, ci siano numerose parti monumentali nel centro storico in totale degrado - afferma Valeria Antoni - chi passa da S. Antonio verso Porta a Mare, e ama l’arte e la storia pisana, non può che essere amareggiato nel vedere lo stato di abbandono in cui versano certi monumenti".

Da questa promessa il lungo elenco dell'arte lasciata a se stessa.
C'è la chiesetta seicentesca di S. Antonio in Qualconia, ora sconsacrata e di proprietà pubblica, "che si fa fatica a vedere, non solo perchè è chiusa, ma anche perchè è ricoperta in gran parte da una vegetazione rampicante che sale fino al tetto pericolante". "Pochi passi e incontriamo un gioellino architettonico di Pisa, la cappella di S. Agata a pianta ottagonale, ora di proprietà comunale - spiega Antoni - chiusa e in stato di cattiva conservazione col tetto ricoperto da erbacce e il prato intorno non opportunamente curato".

Poi è la volta della chiesa di S. Paolo a Ripa d’Arno, con la sua stupenda facciata in stile romanico pisano, "da anni chiusa a causa di un cedimento strutturale e con le erbacce che invadono indecorosamente il sagrato. Potrebbe essere un luogo unico, e invece lascia spiacevolmente senza parole".
"Poco distante - prosegue ancora la 'grillina' - le mura nel tratto del Largo Marinai d’Italia, o meglio la bella e rigogliosa vegetazione spontanea stile giungla che ricopre da decenni questo bellissimo tratto di mura antiche. Solamente pochi giorni fa, a una settimana dalle elezioni è apparso un cartello che pubblicizza il 'Progetto Mura'.  Ma ci vogliono forse milionari progetti da 'grandi opere' per tagliare le erbacce? - si chiede la candidata del M5S - eliminare il verde che mette a rischio i monumenti? O per ristrutturare una chiesetta del Seicento?".Cappella di Sant'Agata-2

"E tutti a fare la voce grossa, quando nei pubblici confronti in campagna elettorale si parla di Turismo, la 'vera miniera d'oro di Pisa' dicono sia. Mentre a me, quando guardo tutto questo cresce solo tanta rabbia - sottolinea Valeria Antoni - Che dire... 15 anni di governo Fontanelli-Filippeschi, una vergogna!".

Il MoVimento 5 Stelle intende intraprendere un piano ordinario e straordinario di manutenzione della città. "Non ci serve un People Mover da 80 milioni di euro fino a che avremo la città in questo stato - spiega la candidata a Cinque Stelle - abbiamo piuttosto la necessità di fare 80 interventi da 1 milione di euro. Prenderci cura della nostra città è la prima iniziativa culturale ed economica che dobbiamo intraprendere, perchè è antieconomico pensare di realizzare una grande opera, quando i proventi del lavoro sono appannaggio di aziende che non risiedono nel territorio pisano. Per fare tutto questo - conclude - invitiamo tutti i cittadini pisani a riprendersi la propria città e a mandare a casa Filippeschi".

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE. Venerdì 24 maggio il Movimento 5 Stelle di Pisa chiuderà la campagna elettorale per le amministrative del 26-27 maggio dalle ore 21, presso il polo SMS sul viale delle Piagge. L'iniziativa sarà preceduta da un apericena dalle ore 19. Saranno presenti la portavoce candidato sindaco Valeria Antoni e il cittadino parlamentare 5 Stelle Massimo Artini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, chiese invase dai rampicanti: la denuncia del Movimento Cinque Stelle

PisaToday è in caricamento