rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Elezioni Comunali 2013

Elezioni comunali: giovani avanti ma qualcuno nel centro-sinistra storce il naso

La lista civica 'Giovani per le istituzioni - Giovani bene in comune' presenterà il proprio programma sabato 23 marzo al Teatro Verdi. Sostiene la candidatura dell'attuale sindaco Filippeschi che deve ancora esprimere il proprio parere

Attende il via libera dal sindaco Marco Filippeschi la lista civica 'Giovani per le istituzioni - Giovani bene in comune', fondata dal candidato alla Camera con il Centro Democratico Emanuele Guidi e che intende sostenere la candidatura dell'attuale primo cittadino alle prossime elezioni amministrative. Una lista civica di centro-sinistra insomma che però non va giù a qualche esponente della stessa coalizione. "Ho saputo solo adesso che esiste un accordo per cui l'unica lista civica della coalizione deve essere quella dell'attuale vicesindaco Paolo Ghezzi - spiega il 26enne Emanuele Guidi - credo che sia un fatto grave, perchè dopo il Governo Berlusconi, il Governo tecnico, l'exploit di Renzi e il grande successo di Grillo, il panorama politico è notevolmente cambiato e considero questa 'clausola' un segnale di chiusura". Come a voler togliere insomma ogni possibilità di partecipazione a chi, fuori da qualsiasi partito, intende avvicinarsi al mondo della politica per cercare di fare qualcosa per la propria città. "In realtà aspettavamo un diniego da parte del sindaco che per il momento non è ancora arrivato - sottolinea ancora Guidi - sabato alle ore 15 presenteremo la lista nel Cafè-Foyer del Teatro Verdi, abbiamo invitato lo stesso Marco Filippeschi con la speranza che ascolti ciò che abbiamo da dire, dopodichè daremo una sorta di scadenza: entro sette giorni dal 23 marzo dovrà darci una risposta chiara in modo da avere il tempo di sbrigare le formalità burocratiche in vista delle elezioni di maggio".

E nell'attesa di un sì o di un no dal sindaco, la lista prosegue nella ricerca di candidature rigorosamente under 36. "Abbiamo aperto anche ai non residenti che comunque devono vivere la città o per motivi di lavoro o di studio - dice Guidi - la risposta è stata positiva, accetteremo candidature fino alla fine del mese".

Il programma della lista civica 'Giovani per le istituzioni - Giovani bene in comune' è composto da sette punti che vanno dalla necessità di una rigenerazione della politica alla green economy, dallo sviluppo della città al tema caldo della sicurezza. Ma chi pensa ad una baby lista è decisamente fuori strada, come chiarisce subito Emanuele Guidi: "Non siamo un gruppo di ventenni alla ricerca di una esperienza in politica, la maggior parte di noi è già laureato e ha già un lavoro, alcuni sono stati candidati alla Camera, anche se la maggior parte è alla prima esperienza nella politica attiva. Non ci interessa una rottamazione ma un affiancamento, così da dare la possibilità ai giovani di entrare in consiglio comunale".

La lista si apre anche al centrodestra, anche se, evidenzia Guidi, "visto che l'attuale amministrazione è di centrosinistra, chi si avvicina a noi deve comunque ritenere positivo l'attuale governo della città". Come a dire che il centrosinistra non è tutto il male di questo mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali: giovani avanti ma qualcuno nel centro-sinistra storce il naso

PisaToday è in caricamento