Domenica, 20 Giugno 2021
Elezioni Comunali 2013 Centro Storico / Via San Zeno

Elezioni, cori da stadio all'Abbazia San Zeno: i 9 candidati alla 'Sfida finale'

Un grande successo di pubblico l'altra sera a San Zeno dove circa 400 persone hanno ascoltato e applaudito i programmi dei nove candidati al ruolo di primo cittadino. Mercoledì si replica con l'iniziativa organizzata da Il Tirreno

Circa 400 persone hanno seguito giovedì sera il dibattito elettorale 'La sfida finale' promosso a Pisa dal quotidiano La Nazione, insieme all' Agenzia ANSA e all'emittente televisiva pisana 50Canale, che ha messo faccia a faccia i nove candidati a sindaco delle prossime elezioni amministrative. Alla fine tutti hanno delineato i loro progetti per governare la città e non sono mancate 'scintille' per gli applausi o i mormorii dei diversii sostenitori tra il pubblico.

Il sindaco uscente, Marco Filippeschi, e ricandidato con il centrosinistra (Pd, Sel, Idv, Lista civica In lista per Pisa e Riformisti per Pisa) ha chiesto la conferma "per continuare nel solco del lavoro svolto in questi anni che hanno permesso di mantenere Pisa tra le primissime città italiane in termini di sviluppo e innovazione". Ha invocato l'alternanza, invece, il candidato di Pdl, Lega Nord e La Destra, Franco Mugnai, "per restituire a Pisa la possibilità di cambiare amministrazione dopo trent'anni di potere della sinistra", mentre l'altro candidato del centrodestra, Diego Petrucci, che guida la lista civica Noi Adesso Pisa sostenuta anche da Fratelli d'Italia, ha rivendicato la necessità di "un voto utile fuori dai partiti e diverso da un centrodestra che ha scelto il suo candidato solo nell'ultimo mese rinunciando così a porsi come alternativa al sistema dominante pisano".


Per Valeria Antoni, candidata a 5 Stelle, "é necessario voltare pagina e puntare su decrescita e abbandonare la politica delle grandi opere". Il candidato di Avvenire per Pisa, l'ex deputato Dc, Mario Biasci, ha invece messo in guardia, in caso "di ballottaggio tra centrosinistra e grillini, dal rischio di mandare al potere chi come la candidata dei 5 Stelle non ha alcuna esperienza amministrativa". Infine, a sinistra, Salvatore Montano del Pdci ha assicurato "impegno per fasce deboli e per il lavoro" e Ciccio Auletta, candidato di Prc e Una città in comune, "ha auspicato un voto alternativo per portare al governo un progetto di partecipazione dove tutti saremo primi cittadini". Infine, Carlo Lazzeroni per l'Udc ha chiesto un voto moderato "per un'opposizione costruttiva sui progetti nel solco dell'Agenda Monti" ed Emanuele Guidi, candidato sindaco della lista 'Giovani per le istituzioni' composta interamente da under 30 per "proseguire il percorso di reale rinnovamento avviato dalle primarie del centrosinistra, senza voler rottamare le persone ma le idee". (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, cori da stadio all'Abbazia San Zeno: i 9 candidati alla 'Sfida finale'

PisaToday è in caricamento