rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Elezioni Politiche 2013

Elezioni politiche 2013: le agevolazioni per i viaggi ferroviari, autostradali e via mare

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

In vista delle consultazioni elettorali  del 24 e 25 febbraio prossimi sono state diramate le principali condizioni relative alle agevolazioni di viaggio a favore degli elettori che si recheranno a votare presso il proprio comune di iscrizione elettorale.

Ferrovie. Vengono rilasciati biglietti nominativi in seconda classe e nel livello standard  per i viaggi di andata e ritorno con applicazione della riduzione del 60% del prezzo del biglietto dei treni regionali e del 70 % del prezzo base previsto per tutti gli altri treni del servizio nazionale per il servizio cuccette. I biglietti hanno un periodo di utilizzazione di venti giorni e non può essere effettuato prima del 16 febbraio 2013 e quello di ritorno oltre il 7 marzo 2013. Ulteriori informazioni sono disponibili presso le biglietterie delle stazioni ferroviarie, presso le agenzie di viaggio e sul sito www.trenitalia.com, alle voci Informazioni – Servizi – Viaggi degli elettori.
Per accedere alle riduzioni è necessario esibire la tessera elettorale e un documento d’identità; per il viaggio di ritorno la tessera deve contenere il timbro della sezione elettorale presso cui ha votato.  Per gli elettori residenti all'estero è prevista l'emissione di un biglietto a tariffa Italian Elector (viaggi internazionali da/per Italia). Tali biglietti sono validi per il treno ed il giorno prenotati e non devono essere convalidati prima della partenza. La validità del biglietto è di due mesi.

Navi e traghetti. Agevolazioni sono previste anche per i viaggi in mare. L’agevolazione, che consiste nella riduzione del 60% del prezzo sulla tariffa ordinaria, si applica in prima e in seconda classe , ha validità di 20 giorni e necessita per essere accordata della presentazione del documento di identità, della tessera elettorale e al ritorno il timbro della sezione elettorale presso cui ha votato.

Autostrade. Per gli elettori residenti all’estero, che intendano rientrare in Italia per votare, è prevista la gratuità del pedaggio autostradale sia all’andata che al ritorno, con l’esclusione delle autostrade controllate con sistema di esenzione di tipo “aperto”. Per usufruire dell’ agevolazione dovranno esibire al casello autostradale la tessera elettorale o, in mancanza, cartolina-avviso inviata dal Comune di iscrizione elettorale o dichiarazione dell’Autorità consolare attestante che il connazionale interessato si reca in Italia per esercitare il diritto di voto e un documento di riconoscimento e, al ritorno, dovranno esibire, oltre al passaporto o altro documento equipollente, anche la tessera elettorale munita del bollo della sezione presso la quale hanno votato.

Si ricorda inoltre che gli elettori residenti all'’estero in Stati in cui non vi siano rappresentanze diplomatiche italiane o con i cui governi non sia stato possibile concludere intese o  che si trovino in situazioni tali da non garantire l ’esercizio del diritto di voto per posta, avranno diritto ad ottenere il rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio (seconda classe per il trasporto ferroviario o marittimo, classe turistica per il trasporto aereo).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche 2013: le agevolazioni per i viaggi ferroviari, autostradali e via mare

PisaToday è in caricamento