Regionali, tutto pronto per l'arrivo di Salvini: si annunciano contestazioni

Una trentina di persone giovedì mattina hanno affisso a Palazzo dei Congressi uno striscione con su scritto 'Mai con Salvini. Mai con Renzi' annunciando per sabato una manifestazione di protesta che avrà l'obiettivo di "impedire a Salvini di parlare"

Si annuncia una giornata 'calda' quella di sabato 16 maggio. Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, sarà infatti a Pisa per un nuovo appuntamento in vista delle elezioni regionali del 31 maggio. Dopo la cancellazione della visita ufficiale prevista per il Primo Maggio, poi effettuata a sorpresa a Marina, il leader della Lega Nord sarà infatti presente ad un incontro a Palazzo dei Congressi a sostegno del candidato Claudio Borghi.

Intanto già si prepara la contestazione. Questa mattina una trentina di persone hanno affisso a Palazzo dei Congressi uno striscione con su scritto 'Mai con Salvini. Mai con Renzi', annunciando per sabato una manifestazione di protesta contro il leader della Lega Nord, che partirà già dalle 18 con un concentramento in Piazza Guerrazzi. I manifestanti si muoveranno poi verso Palazzo dei Congressi con l'obiettivo dichiarato di "impedire a Salvini di parlare".

"Salvini vuole tornare a Pisa - spiegano i promotori della protesta - nel tentativo ti ritagliarsi anche nella nostra città uno spazio di propaganda elettorale. Evidentemente il leader leghista ha mal digerito la maldestra figura del primo maggio, quando è stato costretto a nascondersi fra gli scogli di Marina per evitare la contestazione. Siamo consapevoli del ruolo che gioca Salvini nello scenario politico attuale: questo finto contestatore non è altro che l'altra faccia della medaglia del governo Renzi. Sfrutta le difficoltà economiche dell'attuale crisi per fomentare una guerra tra poveri, cerca di raccogliere consensi tra le classi sociali più deboli ponendosi come leader difensore dei diritti e della giustizia sociale, alimenta il più becero razzismo e l'odio per il diverso e il più debole".

"In realtà - proseguono i contestatori - gli unici interessi difesi da Salvini e dal suo partito sono quelli delle classi dominanti di cui lui in primis fa parte.
Non è un caso che sia sempre in televisione: in questo momento è assolutamente funzionale al mantenimento dello stato di potere e del governo Renzi. Pisa non è uno di quei salotti televisivi a cui lui è tanto abituato. Il 16 maggio - concludono - scenderanno in piazza centinaia di persone a rinfacciargli le sue bugie. Salvini tornatene in televisione, le strade di Pisa non fanno per te".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento