Candidati alle regionali 2015 in Toscana: la proposta di Giacomo Giannarelli del M5S

Il candidato alla presidenza Giacomo Giannarelli si presenta e spiega i punti salienti della proposta politica del Movimento. Priorità il lavoro, con la creazione di una nuova filiera produttiva a rifiuti zero

Il candidato a presidente della Regione Toscana per il Movimento 5 Stelle è Giacomo Giannarelli, 36 anni, consulente energetico per aziende e privati con un passato da imprenditore artigiano. Laureato in Scienze Politiche vive a Carrara ed è attivista del Movimento dal 2005, avendo fondato il meet-up della sua città.

Che priorità ha la Toscana in questo momento?

"Potrei dire 'Lavoro' soprattutto per i giovani, siamo unica regione italiana con 3 aree di crisi complessa (Massa Carrara, Piombino e Livorno) 9.000 posti bruciati in 5 anni e anche solo dal 1 gennaio  3000 aziende chiuse. Ma il tema del lavoro è collegato a doppio filo alla necessità di una visione di medio lungo periodo che a nostro parere manca in Toscana e noi abbiamo. Diciamo: la priorità è avere una visione chiara e il lavoro arriverà. Faccio un esempio: ogni milione di tonnellata di rifiuto riciclato si creano 2000 posti di lavoro, ce lo dicono studi scientifici. Questa è visione. Noi scegliamo Rifiuti Zero non solo per avere città più pulite e più sane ma anche per creare una nuova filiera produttiva.  

Quali sono i problemi da risolvere?

Il principale: evitare che la vecchia politica partitocratica continui a fare danni. A Pisa abbiamo assistito all'ultima recente opera People Mover dove si tolgono le rotaie per rimetterle. Siamo 13esimi in Italia per raccolta differenziata, dietro la tanto citata Campania, e a livello sanitario non rispettiamo i posti letto minimi decisi dal decreto Balduzzi oltre a far attendere mesi per una visita. Perché? Manca il criterio della meritocrazia nella scelta dei vertici. Qui siamo ancora alle nomine per tessera di partito. Nel frattempo Rossi e la sua maggioranza hanno creato - primi in Italia - il gestore unico del servizio idrico, i carrozzoni delle ATO, i gestori unici per i rifiuti, tutto in totale controtendenza con le indicazioni popolari date col referendum del 2011. Dobbiamo restituire potere ai cittadini, con gestioni di prossimità dei beni e servizi primari. La strada della privatizzazione dei servizi oggi è un problema molto serio da contrastare.

Che valori porta avanti la sua lista? 

Lista civica, per democrazia diretta che fonda le sue azioni sulla costituzione e nel più alto spirito libertario.

Come troverebbero applicazione con il suo mandato? 

Impegnandosi nell'abolizione del quorum, per un potenziamento degli strumenti di democrazia diretta, per combattere la guerra fra poveri. Il tutto facendosi portavoce delle istanze dei territori, sostenendo le buone idee indipendentemente dal colore politico di chi le presenta. 

Quali sarebbero i primi provvedimenti che metterebbe in atto?

Adozione della strategia rifiuti zero Taglio degli stipendi (per noi 50%). Togliere i vitalizi pregressi. Nominare i vertici dirigenziali della sanità, tramite collegio di esperti estratto a sorte che valuti i curricola dei candidati sulla base di criteri meritocratici.

Perchè i toscani dovrebbero votare lei e non gli altri candidati? 

Siamo l'unica alternativa reale di cambiamento e gli unici che non smetteranno di ascoltare e farsi vivi dopo il 31 maggio. Chi vuole conservare l'esistente scelga gli altri. Ma a prescindere da questo, un messaggio importante: al di là dello scegliere noi, mi auguro che i toscani scelgano di scegliere il 31/5 o altrimenti è giusto ricordare che qualcuno ha già scelto per loro. Cerchiamo di dare il segnale che in Toscana è ancora forte il bisogno di esercitare la sovranità popolare. Qualsiasi sia l'esito di questo.

In cosa si differenzia lei e la sua lista? 

Siamo tutti incensurati, provenienti dalla società civile. 10 anni massimo di rappresentanza politica poi torniamo al nostro lavoro. Ci dimezziamo lo stipendio e col risparmiato creiamo un fondo di supporto a quello esistente per l'edilizia scolastica. Crediamo veramente nell'intelligenza collettiva. Io non sono un salvatore della Toscana, sono un cittadino portavoce dei cittadini e lo sarò sempre, anche dopo il 31 maggio.

---------------------------------------------

I CANDIDATI CONSIGLIERI

Galletti Irene
Laureata in Giurisprudenza e specializzata in Tutela dei Diritti Umani e Cooperazione Internazionale presso la SSSUP Sant’Anna di Pisa, sono attualmente impiegata all’aeroporto di Pisa. Ho lavorato in passato come Addetta Stampa e Relazioni Esterne presso SAT S.p.A. e Nazione Unite (FAO di Roma e Ginevra). Da anni sono impegnata nella tutela dell’ambiente e degli animali, cooperazione internazionale, tematiche del femminismo e storia e tradizioni pisane.

Bartalucci Marco
Laureato in Ingegneria, sono imprenditore e libero professionista. Lavoro nel mondo della progettazione di veicoli e sistemi di mobilità sostenibile. Mi piace il mare, ho praticato vari sport d’acqua, windsurf, nuoto, vela e da qualche anno ho scoperto la subacquea. Sono cresciuto a San Miniato e vivo a Castelfranco di Sotto dal 2005, quando mi sono sposato.

Torrini Giulia
Laureata in Marketing internazionale presso il Polo del distretto tessile di Prato, sono cresciuta in una famiglia numerosa, sotto i ritmi di una carriera agonistica di pattinatrice, che ha aperto il mio raggio di esperienze portandomi ad insegnare questo sport, oltre alla possibilità di fare un’esperienza di 2 anni nel campo della psicomotricità applicata a bambini con disturbi del comportamento.

Dell'Aquila Enzo
Laureato in Tecnologie Informatiche, lavoro come project manager e product manager in un’azienda informatica. Gestisco produzione di hardware e software avanzato, competendo sul mercato globale. Il mio lavoro mi ha consentito infatti di entrare in contatto con realtà internazionali in tutto il mondo, dalla Cina al Sud America. Vivo a San Giuliano Terme.

Atzori Emanuela
Sono cresciuta a Pisa ed a Pisa mi sono laureata in Ingegneria Civile indirizzo Trasporti. Mi sono occupata di diversi ambiti tra cui facility management edifici uso ufficio e scolastico (Provincia di Firenze), global service stradale (Comune di Pisa). Ho 45 anni e sono sposata da 19 senza figli. Vivere a Palaia è stata una scelta fatta 11 anni fa insieme a mio marito.

Pagnotta Pierluigi
Tecnico USL, originario della bassa senese, abito a Pisa da circa 27 anni. Ho attraversato la sanità toscana in diversi contesti e con diversi ruoli, come operatore e come paziente. Mai iscritto a partiti e mai eletto a qualcosa, ma da sempre grande appassionato di politica (in quanto unica alternativa intelligente alla guerra), ho ritrovato nel M5S quella voglia di partecipazione che era stata affossata dal telecomando. La mia candidatura alle regionali 2015 è la naturale conseguenza del percorso politico e umano che ho intrapreso circa 3 anni fa con gli attivisti del gruppo di Pisa. Con i nostri 3 consiglieri abbiamo regalato a Pisa una vera opposizione dopo tanti anni di inerzia.

Leonardi Catiuscia
Sposata con 2 figli, da dopo il diploma ho sempre lavorato ma oggi, come molti, sono disoccupata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mazzuca Stefano
27 anni, Ingegnere Biomedico, ricercatore in Neuroscienze all’Università di Firenze. Dopo la laurea specialistica, il mio percorso formativo è proseguito nel mondo accademico con il Dottorato di Ricerca in un campo innovativo ed affascinante quali sono le neuroscienze. Attualmente sono impegnato come Software Division Manager in una start up universitaria biotech, la cui mission è inseguire il progresso scientifico con l’evoluzione tecnologica nel settore dell’imaging molecolare. Ho inoltre conseguito un master di specializzazione in management sanitario in cui ho approfondito le mie conoscenze nel mondo della sanità.  Metto a disposizione dei miei concittadini le mie energie e le mie capacità professionali per sviluppare politiche di rinnovamento in ambito socio-sanitario ed accademico in Toscana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana: 1.526 nuovi casi e 11 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento