Elezioni regionali Toscana 2015

Regionali: parte anche a Pisa la campagna elettorale per Giovanni Lamioni presidente

A lanciare la candidatura del presidente della Camera di Commercio di Grosseto il senatore di Ncd Nico D'Ascola. La lista di Lamioni, 'Passione per la Toscana', è sostenuta da una serie di liste civiche e dalle forze politiche di Area Popolare

Il senatore D'Ascola con il consigliere Latrofa

"Parte ufficialmente anche a Pisa la campagna elettorale della lista Passione per la Toscana, per Giovanni Lamioni presidente". Ha esordito così il senatore Nico D’Ascola (Ncd), ospite venerdì all’aperitivo inaugurale presso il Grand Hotel Duomo, a Pisa. D'Ascola, professore ordinario di diritto penale e membro di commissioni ministeriali per la riforma del codice penale, era in città per lanciare la candidatura di Giovanni Lamioni a Presidente della regione Toscana.

Lamioni, presidente della Camera di Commercio di Grossetto, nella sua candidatura è sostenuto da una serie di liste civiche e dalle forze politiche di Area Popolare (Ncd e una parte dell'Udc). "Noi - ha commentato Raffaele Latrofa, consigliere comunale a Pisa di Ncd - appoggiamo Giovanni Lamioni perché è un vero candidato della società civile e non vive di politica. Attorno a lui potrà essere costruito in Toscana un progetto di centrodestra sano e alternativo al sistema di potere del Pd”.

Il consigliere comunale ha poi ringraziato il senatore D'Ascola per la sua presenza a Pisa. "Al debutto della nostra campagna elettorale - ha continuato Latrofa - avere qui con noi un esponente così significativo del partito ci rende orgogliosi. Mostrando grande disponibilità e mettendo a nostra disposizione la sua esperienza, D’Ascola, senatore che tanto consenso ha avuto alle elezioni della sua regione, è stato prodigo di consigli, dando una grande carica al nostro gruppo".

Latrofa ha infine commentato la notizia dell'alleanza tra Fratelli d'Italia e Lega Nord: "Come al solito - ha commentato il consigliere comunale - vincono le scelte fatte nelle chiuse stanze romane e le logiche personalistiche dei singoli candidati. Donzelli, dopo aver annunciato per sei mesi la sua autocandidatura a presidente di regione, ora verrà candidato solo a consigliere, e sarà costretto ad appoggiare il secessionista Borghi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali: parte anche a Pisa la campagna elettorale per Giovanni Lamioni presidente

PisaToday è in caricamento