Politica

Ericsson, M5S: "L'azienda ha un 'debito' con la Toscana. La Regione ottenga almeno il telelavoro per i trasferiti a Genova"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il Movimento 5 Stelle riporta il caso Ericsson in Consiglio Regionale. Al voto domani una mozione a firma Irene Galletti, consigliera regionale M5S vicepresidente della Commissione Sviluppo Economico.

“Ericsson ha un debito di coscienza verso la Toscana: solo due anni fa ha ottenuto 7 milioni di soldi dei cittadini col progetto Arno 3 e questo deve pesare nella trattativa sulle sorti dei 18 dipendenti ancora in servizio ma trasferiti a Genova. La giunta ottenga per loro almeno il telelavoro” commenta Galletti.

“Capiamo le conseguenze industriali di Ericsson, dopo la sconfitta nella gara per gestire la rete H3G-Wind, ma qui parliamo di una multinazionale aiutata da finanziamenti pubblici che oggi devono pesare nella trattativa. Chi è aiutato coi soldi dei cittadini non può andarsene così. Fortunatamente l’ha capito anche la giunta, che dopo i nostri solleciti sul tema ne ha fatto un articolo di una recente proposta di legge” conclude la vicepresidente della Commissione Sviluppo Economico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ericsson, M5S: "L'azienda ha un 'debito' con la Toscana. La Regione ottenga almeno il telelavoro per i trasferiti a Genova"

PisaToday è in caricamento