rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Elezioni comunali a Lari-Casciana Terme, esclusione lista Mazza: "Rispediamo al mittente le accuse!"

Se la lista del dottor Mazza non è stata ammessa la colpa è solo loro, della loro incompetenza e del loro dilettantismo politico: la Commissione non poteva che rigettare candidature e autentica, arrivate con più di mezz’ora di ritardo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La lista PER UNA SVOLTA "IN COMUNE", che mi sostiene come Sindaco del Comune di Casciana Terme Lari, è stata tirata direttamente in causa e ritengo utile precisare che rispetto all'esclusione della Lista Mazza non ha nessuna responsabilità diretta, formale e informale.

Sabato scorso, in Comune a Lari, abbiamo depositato tutti i fascicoli per la presentazione della lista alle ore 11:10 e terminato alle ore 11:35 come certificato dalla ricevuta rilasciata dall'ufficio elettorale, e tutto si è svolto regolarmente secondo la prassi, senza alcuna confusione come ha affermato il dott. Mazza.
Successivamente i delegati della lista "Liberi per unire le Generazioni" hanno iniziato la loro procedura per la presentazione delle liste che si è prolungata ben oltre la scadenza di legge delle ore 12:00, creando evidenti anomalie e movimenti strani all'interno degli uffici comunali, con candidati che si presentavano a firmare e compilare moduli. Appurato ciò, i rappresentanti della nostra lista, insieme a quelli della lista a sostegno di Erica Ballatori, si sono limitati a richiamare l'attenzione del Segretario Comunale, che verificato il tutto e di sua iniziativa, ha chiamato i Carabinieri della locale Stazione e ha redatto un verbale da inviare alla Commissione Elettorale di Pontedera.

La nostra lista, vorrei ricordare al dott. Mazza non è sostenuta solo dai Comunisti per Casciana Terme Lari, ma anche dai movimenti ambientalisti, da alcune associazioni del territorio e dal Movimento Bene Comune, e ha come linee guida la legalità, la trasparenza e il rispetto delle regole e delle istituzioni, valori fondanti di un Paese democratico. Oltretutto non avremmo avuto alcun interesse politico ad escludere la Lista Mazza, che anzi avrebbe contribuito a dividere il fronte opposto. Noi i calcoli di bottega li lasciamo ad altri. I contrasti interni fra la Ballatori e il Mazza sono solo beghe di potere e chissà che non siano state costruite ad arte per essere funzionali al Terreni e al suo PD.
Se la lista del dottor Mazza non è stata ammessa la colpa è solo loro, della loro incompetenza e del loro dilettantismo politico: la Commissione non poteva che rigettare candidature e autentica, arrivate con più di mezz'ora di ritardo.

Ci teniamo inoltre a ricordare come il Mazza, con la sua finta opposizione nella legislatura precedente, è stato corresponsabile di tutte le scelte politiche di privatizzazione dei servizi volute dalla Giunta Terreni. Così come dei grandi privatizzatori dei servizi sono presenti fra coloro che hanno promosso e sostengono la lista Ballatori. La lista Per Una Svolta "in Comune" al contrario ha come obiettivo principale quello di riportare sotto la gestione diretta del Comune tutti i servizi esternalizzati.
Le menzogne che vorrebbero addossare a noi, la responsabilità della non ammissione della lista Mazza, dimostrano ancora una volta che il degrado della politica è arrivato a livelli intollerabili anche in un piccolo paese come Lari.

Marianna Bosco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali a Lari-Casciana Terme, esclusione lista Mazza: "Rispediamo al mittente le accuse!"

PisaToday è in caricamento