Politica

Bonus bici, la proposta: "Estensione anche ai Comuni sotto i 50mila abitanti"

La mozione presentata dalla consigliera regionale Nardini per far usufruire dell'incentivo anche i cittadini di Comuni più piccoli

Una mozione presentata dalla consigliera regionale del Partito Democratico Alessandra Nardini in Consiglio per chiedere alla Giunta del governatore Enrico Rossi di attivarsi presso il Governo al fine di estendere il bonus per biciclette tradizionali ed elettriche, monopattini, hoverboard, segway e monowheel, anche ai Comuni sotto i 50.000 abitanti.
"Ritengo che sia un'estensione giusta, per la quale ho raccolto le sollecitazioni di molti cittadini e amministratori. Infatti, nei giorni scorsi, anche Anci Toscana ha avanzato una richiesta in tal senso - dichiara la consigliera - propongo inoltre che la Regione, in caso non sia il Governo a farlo, proceda all'estensione con risorse proprie. Penso infatti che il sostegno debba rappresentare un'occasione per tutte le cittadine e tutti i cittadini che vogliono contribuire a sviluppare un modello più sostenibile di mobilità, senza discriminazioni territoriali".


Secondo il decreto infatti possono usufruire del buono mobilità per l’anno 2020 i maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei Comuni (anche al di sotto dei 50.000 abitanti) delle Città metropolitane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus bici, la proposta: "Estensione anche ai Comuni sotto i 50mila abitanti"

PisaToday è in caricamento