rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Ex Distretto Militare, Nerini: "Non si può andare contro la legge"

Il presidente della Prima Commissione Consiliare Maurizio Nerini (FdI) risponde a Diritti in Comune e Pd sulla ex caserma Curtatone e Montanara

All'attacco di Diritti in Comune e Pd sul progetto di recupero della ex caserma Curtatone e Montanara, risponde il presidente della Prima Commissione Consiliare del Comune Maurizio Nerini, di Fratelli d'Italia. 

"Stamani in Prima Commissione per la terza volta abbiamo parlato del progetto di recupero dell'ex Distretto Militare venendo a conoscenza che gran parte dei problemi sollevati davanti al primo progetto sono stati risolti. Infatti tutte le questioni riguardanti le tipologie delle abitazioni riferite ad housing sociale, i parcheggi pertinenziali, gli accessi sono stati in gran parte risolti. Addirittura verranno indicati anche i posizionamenti delle postazioni per le biciclette e resta solo da sciogliere il nodo di un ulteriore ingresso da via San Casciani legato ad un successivo esproprio insistendo su di una proprietà privata. Fino a qui tutto bene".

Poi sul punto contestato della mancanza di partecipazione e del voto: "Le minoranze irritualmente hanno presentato, fuori dai tempi dettati dal Vademecum che in questa situazione pandemica regola le sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni online, un odg da votare che invitava ad andare contro la legge che affida alla Giunta la competenza in materia di 'piani di recupero' come questo dove non sia prevista una variante. Ho invitato le minoranze a ritirarlo, ma vista l'insistenza siamo andati al voto e con l'assenza per motivi lavorativi di un commissario della maggioranza la votazione si è conclusa con 4 voti favorevoli e 4 contrari e quindi il documento non è stato né approvato né respinto, non produce nessun effetto. L'azione delle minoranze, oltre a rivelarsi scorretta e inefficace, inficia anche la possibilità di fare un'assemblea pubblica come chiedeva l'atto".

Per la maggioranza l'azione di governo per il 'Piano di Recupero dell'Ex Distretto Militare' "è grandemente meritoria: si va a sanare una zona fatiscente nel cuore della città, si recuperano spazi, si pulisce, si acquisisce tanto verde e si riportano a vivere a Pisa persone appartenenti a quella fascia grigia che è in difficoltà che tutti a parole sono disposti ad aiutare, ma poi ci si ferma al muro contro muro ideologico, si cerca di fare i 'capo-popolo' cavalcando malcontenti che non esistono e magari invitare a sovvertire le leggi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Distretto Militare, Nerini: "Non si può andare contro la legge"

PisaToday è in caricamento