Forza Italia, Leonardo Mattolini sostiene il NO al referendum: “La nostre ragioni, le ovvie conseguenze”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Fermiamoci un attimo a riflettere a mente lucida sulle conseguenze del nostro voto in merito al referendum popolare confermativo - per il quale ricordiamo non è previsto il raggiungimento di un quorum di validità – attraverso il quale i cittadini decideranno se confermare o meno la riduzione del numero dei parlamentari. Quali conseguenze porterebbe al bilancio economico dello Stato e quali alla rappresentanza parlamentare della Toscana? Si, è vero, ci sarebbe un risparmio sui costi della politica, risparmio che si potrebbe avere, e forse anche maggiore, semplicemente riducendo le indennità dei parlamentari. Ma sul piano della rappresentanza democratica le decisioni verranno assunte in tal modo da un minor numero di parlamentari rispetto ad oggi e questo non rispecchierebbe lo spirito con il quale nascono le democrazie. Il malessere diffuso e il clima di “antipolitica” non dovrebbe mai far smarrire il senso critico nelle scelte ed esiguo risparmio che in ogni caso non ci sarebbe durante questa legislatura - semmai dalla prossima - finirebbe solo con il ridurre le rappresentanze territoriali in parlamento: per questi motivi sosteniamo qui e adesso il NO al referendum perché ridurre il numero dei parlamentari finirebbe solo con il ridurre la rappresentanza democratica territoriale.

Leonardo Mattolini
Capolista Forza Italia elezioni regionali 2020

Torna su
PisaToday è in caricamento