Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Fuochi d'artificio dopo le Frecce Tricolori: "Non farli e destinare soldi ai terremotati"

E' la proposta del consigliere comunale Latrofa per l'11 settembre, per festeggiamenti ridotti ed un gesto di solidarietà verso le popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto

Sobrietà ed aiuto alle popolazioni terremotate. E' l'obiettivo che si pone il consigliere comunale del gruppo 'Pisa nel cuore' Raffaele Latrofa, con la richiesta fatta al Comune di Pisa di cancellare i fuochi d'artificio previsti per l'11 settembre a Tirrenia dopo lo spettacolo delle Frecce Tricolore, e di devolvere il corrispettivo per le vittime.

"Mi pare che - afferma Latrofa - visto il periodo di lutto a causa del terremoto, i fuochi potrebbero essere evitati. Quel silenzio così diventerebbe ricco di significato. In tal senso ricordo che nella vicina Forte dei Marmi la festa del patrono, il 28 agosto scorso, proprio in segno di lutto non si è conclusa con i tradizionali fuochi artificiali".

"Con l'occasione ricordo che - prosegue il consigliere - fin dal giorno successivo al terremoto, noi di Pisa nel Cuore abbiamo promosso una raccolta a favore delle popolazioni colpite, con l'ashtag #AIUTIAMOLI. Da un sondaggio artigianale tra i figli dei nostri iscritti su cosa a loro mancherebbe di più in un caso drammatico come quello del terremoto, é partita l'idea di finanziare la realizzazione di un parco giochi in uno dei paesi colpiti. Invitiamo i cittadini che ancora non lo avessero fatto a eseguire un bonifico sul nostro conto corrente. Poiché per trasparenza pubblicheremo tutti gli estratti conto, coloro che non vogliono che sia pubblicato il proprio nome possono aggiungere nella causale la dicitura 'privacy'".

Iban: IT79 H033 5901 6001 0000 0143 196; intestato a: Pisa nel cuore Lista Civica; causale: terremoto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi d'artificio dopo le Frecce Tricolori: "Non farli e destinare soldi ai terremotati"

PisaToday è in caricamento