Politica

Fusione Comuni, sì al referendum dalla Commissione: in provincia quattro in lizza

Lari e Casciana Terme hanno proposto la fusione in un unico ente, così come Lorenzana e Crespina. Campiglia Marittima-Suvereto invece in provincia di Livorno e Villafranca in Lunigiana-Bagnone nel territorio di Massa Carrara

Verso la fusione di quattro Comuni in provincia di Pisa. All’unanimità infatti la commissione Affari istituzionali del Consiglio Regionale toscano, presieduta da Marco Manneschi (IdV), ha espresso orientamento favorevole a indire i referendum per le fusioni dei Comuni Casciana Terme-Lari e Crespina-Lorenzana in provincia di Pisa, di Campiglia Marittima-Suvereto in provincia di Livorno e di Villafranca in Lunigiana-Bagnone nel territorio di Massa Carrara. Sono stati quindi formulati i relativi quesiti referendari, che andranno all’esame della prossima seduta del Consiglio regionale.

Sono stati ascoltati i sindaci di Casciana Terme, Giorgio Vannozzi, e di Lari, Mirko Terreni, insieme ai primi cittadini di Crespina, Thomas d’Addona, e di Lorenzana, Gianluca Catarzi. In provincia di Livorno hanno promosso la fusioni i sindaci di Campiglia Marittima, Rossana Soffritti, e di Suvereto, Giampaolo Pioli. Infine, in provincia di Massa-Carrara, i primi cittadini di Villafranca in Lunigiana, Pietro Cerutti, e di Bagnone, Gianfranco Lazzeroni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Comuni, sì al referendum dalla Commissione: in provincia quattro in lizza

PisaToday è in caricamento