Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Fusione 'forzata' per Abetone e Cutigliano, il sindaco di Volterra: "Precedente molto grave"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

"La possibilità per una comunità di decidere del proprio futuro viene arbitrariamente annullata da un voto in Consiglio Regionale. Con questa decisione si crea un precedente molto grave". Così il sindaco di Volterra Marco Buselli interviene sulla decisione del Consiglio regionale di procedere con la fusione tra i Comuni di Abetone e Cutigliano, nonostante il referendum tra i cittadini aveva visto risultati opposti nei due centri. "Mentre i cittadini di Abetone hanno optato per il no, a livello regionale si è scelto di operare comunque una fusione forzata - aggiunge il primo cittadino di Volterra - In Uncem abbiamo parlato di questo tema, che si associa alla proposta di legge che parla di far sparire 5.700 Comuni in Italia, contestando metodo e merito della questione. In Toscana, culla dei Comuni, tutto ciò sarebbe ancor più deleterio. La Toscana è identità e territorio, oltre a grandi valori che hanno fatto importante questa terra. Disintegrare le comunità locali sarebbe un errore capitale da cui non si potrebbe tornare indietro" conclude Buselli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione 'forzata' per Abetone e Cutigliano, il sindaco di Volterra: "Precedente molto grave"

PisaToday è in caricamento