rotate-mobile
Politica

Asili nido, l'accusa: "Gestione del servizio in caduta libera"

In un comunicato congiunto, PD, Una Città in Comune, Movimento 5 Stelle criticano aspramente l'operato della giunta

'Asili nido: rette azzerate per tutto il 2022': i rappresentanti di Partito Democratico, Movimento 5 Stelle e Una Città in Comune partono da queste parole per attaccare la giunta sulla gestione del servizio di asilo nido. "Tuonavano così il sindaco Conti e l'assessore Munno il 13 giungo, mancando di sottolineare che a finanziare l'operazione è la Regione Toscana e non il Comune di Pisa. Ma quando si fa politica solo e soltanto attraverso gli annunci dei giornali succedono i guai".

"Le famiglie si sono viste recapitare da Sepi non solo le rette del primo trimestre 2022, ma anche quelle del secondo e presto arriveranno anche le altre. I cittadini che si sono rivolti alle istituzioni si sono sentiti rispondere da Sepi che 'nessuna comunicazione è arrivata dal Comune per interrompere la bollettazione', a chi invece si è rivolto in Comune è stato detto che quelle rette sono soggette alla richiesta di rimborso Inps e non al contributo regionale, confondendo il bonus statale con quello regionale".

"La confusione regna sovrana ma alla base di tutto c'è la mancanza di un rapporto continuo e di un'informazione puntuale alle famiglie. Dal bando della refezione, ancora in alto mare e soggetto all'ennesima proroga, al cambio di gestione a fine anno scolastico fino alla questione delle rette, le famiglie si ritrovano senza nessuna informazione e senza un Comune che sappia dare le dovute informazioni. Quando si fanno annunci e non ci preoccupiamo della sostanza non solo non si pensa ad avvisare Sepi delle nuove disposizione e a fornirgli i dovuti atti, ma non si è in grado di dare, anche a danno fatto, le indicazioni necessarie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido, l'accusa: "Gestione del servizio in caduta libera"

PisaToday è in caricamento