Politica

Potatura delle tamerici a Marina di Pisa: Ghezzi: "Corretta pratica agronomica"

Il vicesindaco risponde all'interrogazione depositata da Maurizio Nerini, consigliere comunale di Noi Adesso Pis@, che aveva chiesto chiarimenti dopo che i cittadini avevano segnalato la "potatura troppo pesante" delle piante

"Le modalità messe in atto per la potatura delle tamerici sono quelle della normale e corretta pratica agronomica". Paolo Ghezzi, vicesindaco e assessore al Verde pubblico, risponde così ad una interrogazione presentata da Maurizio Nerini consigliere di Noi Adesso Pis@. Un'interrogazione che Nerini aveva depositato dopo che alcuni cittadini gli avevano segnalato come la potatura di queste piante, che si trovano nelle strade interne di marina di Pisa, fosse stata un pò troppo "pesante".

"Sottolineo - precisa Ghezzi - che la potatura su tali essenze viene fatta solo per ragioni funzionali legate all’ambiente urbano nel quale sono ubicate, privilegiando lo sviluppo in altezza e intervenendo quindi sui rami secondari. In alcune circostanze - prosegue il vicesindaco - si è ritenuto opportuno effettuare tagli più significativi per eliminare marcescenze e consentire il ringiovanimento e lo sviluppo della nuova vegetazione su parti sane".

Il vicesindaco ha poi fornito a Nerini anche i dettagli economici dell'operazione. "L’anno scorso l’attività di potatura degli alberi a basso fusto - ha affermato Ghezzi - rientrava in un canone complessivo a corpo anno. Da quest’anno è stata introdotta una misurazione delle singole attività per una migliore gestione del servizio. L’importo è di 43 .926 euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potatura delle tamerici a Marina di Pisa: Ghezzi: "Corretta pratica agronomica"

PisaToday è in caricamento