Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Giovani per le Istituzioni - Giovani. Bene in Comune: emergenza lavoro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La ricerca di un impiego è divenuta un’attività incessante che produce scarsi e insoddisfacenti risultati.
Per far fronte a tale emergenza qualcosa è stato fatto dalle Amministrazioni Locali: tirocini formativi che prevedono un piccolo rimborso spese, corsi di formazione per il reinserimento di disoccupati, inoccupati e inattivi e incentivi alle imprese a sostegno dell’occupazione. Nonostante ciò l’acceso al mondo del lavoro rimane precluso a intere generazioni. E progetti regionali ed europei, seppur validi ed essenziali strumenti, non arginano totalmente il problema ed, anzi, talvolta inducono regressi retributivi da parte di imprese che vogliono avvantaggiarsi di tali contributi pur essendo sane. E’ indispensabile contrastare lo sfruttamento del lavoro in tutte le sue forme: da quello illegale a quello celato da strumentalizzazioni per ottenere manodopera a basso costo e intermittente per soddisfare necessità effettive di lavoro durevole, anche laddove vi sono le risorse. E tutto ciò è possibile attraverso: un potenziamento dei poteri di indagine dell’ispettorato del Lavoro, una riforma della contrattualistica in grado di favorire il tempo indeterminato rispetto a tipologie atipiche e temporanee anche grazie ad una più efficace collaborazione con i Centri per l’Impiego Provinciali. Giovani per le Istituzioni propone che in tutte le società partecipate da soldi pubblici, anche del Comune di Pisa, le assunzioni si svolgano con concorsi pubblici. Proporremo inoltre tramite l’ANCI proposte di legge per affidare ai Comuni la gestione dei CIP, e una loro riforma affinché le imprese, per una migliore correttezza nei rapporti di lavoro, siano obbligate a depositare presso i CIP, organigrammi, mansionari, tipologie contrattuali e tempi dei contratti. Tutto ciò è necessario, e al momento non viene fatto, affinché sia possibile per i giovani e meno giovani avere la certezza di ciò che si va fare, come e per quanto tempo. Infine proporremo che qualsiasi stipula di un contratto di lavoro debba essere comunicata preventivamente ai CIP e resa nota, poiché la notizia del posto di lavoro deve essere pubblica, per una trasparenza effettiva del mercato del lavoro e per rendere visibili a tutti quali siano le realtà che assumono in un determinato territorio e che ora non è possibile vedere.

Dott.sa Daniela Giammalva
Candidata nella lista “Giovani per le Istituzioni – Giovani. Bene in Comune”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani per le Istituzioni - Giovani. Bene in Comune: emergenza lavoro

PisaToday è in caricamento