Politica

Giuseppina De Fuoco, coordinatrice provinciale di Fare con Tosi-Noi con l'Italia, analizza i risultati delle elezioni

Giuseppina De Fuoco inizia la campagna elettorale a. Pisa Primo punto del programma Sicurezza

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La coordinatrice Provinciale di fare con Tosi Noi con l’Italia – Udc Giuseppina De Fuoco scende in campo con determinazione per evidenziare che Fare con Tosi Noi con l’Italia con i suoi associati è pronto a scendere nell’agone politico per difendere Pisa e i Pisani. Svegliata dal torpore post elezioni dove chiunque si permette di pontificare sui partiti che hanno avuto la sfortuna di fare scelte sbagliate. I candidati sul territorio dei Noi con l’Italia – Udc non hanno avuto la fortuna e la scelta degli elettori. Questa mia non è comunque un appoggio a Latrofa, ma una seria e determinata difesa dei miei interessi e dei miei ideali. Sono stata personalmente esclusa dai giochi di potere insieme ad altri candidati della nostra Provincia. Il mio partito voleva fortemente la mia presenza insieme ad altre cinque persone ma quelli degli altri partiti nella nostra "quarta gamba" hanno operato scelte in solitario escludendo ogni tipo di trattativa e escludendoci di fatto senza nemmeno coordinarci. I vecchi marpioni hanno avuto poca o nessuna fortuna, parlo di livello regionale, e credo che sia il momento per loro di andare in pensione , lontano da quella politica di cui hanno avuto tanto ma dato poco, visti i risultati. Lo trovo veramente un atto maramaldo e cattivo quello di voler gettare fango su chi, come me , proviene dal mondo del lavoro, quello vero, umile e sudato. Quel lavoro che molti nostri rappresentanti al parlamento di oggi non ne hanno mai sentito parlare e mi domando come faranno a difendere i diritti dei lavoratori, della gente comune, senza sapere come si fa sudare ma soprattutto a lottare. Sudare e lottare ecco, cosa ho fatto io insieme ai miei collaboratori per sostenere Noi con l’Italia e i nostri alleati, di cui adesso si sente il bisogno di prendere in giro e dileggiare, senza sapere cosa c’è dietro. Il mio movimento Fare con Tosi gode di rispettabilità e onestà perché Flavio Tosi è onesto e puro. Cosa ha fatto per Verona è sotto gli occhi di tutti. Io e fare con Tosi Noi con l'Italia siamo vicini alla gente, per la gente. La prossima campagna elettorale amministrativa per Pisa sarà durissima, perché se una parte di Pisa vuole confermare il voto nazionale come unica alternativa possibile, c’è una parte dell’altra Pisa, nascosta e intimidita che non vuole far parte di questo disegno cialtronesco basato sul fake, selfie, false promesse irrealizzabili. Mi piace che molte liste civiche abbiano al suo interno persone di chiara provenienza politica, basta vedere le foto a cui con onore esibiscono la loro militanza o passione ma dichiarino che non hanno nessuna influenza politica all’interno. Tanto per chiarire questo sarà il mio programma che proporrò ai miei candidati di seguire con disciplina e onore. Preciso che non mi candido come Sindaco di Pisa ma sono sul territorio per fare un casting per cercare persone che hanno davvero Pisa come unico obbiettivo, con la volontà di farla crescere e amare. Per la precisione i soldi per fare ciò che è in questo elenco sono già disponibili e si possono trarre dalle attività sul territorio già presenti. I punti cardine delle mie idee sono: Sicurezza Il Pisa e lo stadio Rapporto con Università e Militari Rivalutazione del Turismo Pisa come tradizione storica e incentivazione dei grandi eventi del Giugno Pisano e non solo Accoglienza reale Giovani e Sport Scuole Famiglie disagiate Protezione civile Welfare vero Oggi parlo della sicurezza Di seguito inizio le mie proposte, partendo dalla sicurezza , dove i vari candidati se vogliono, possono copiare e renderle proprie invece di promettere voli pindarici e sogni ai pisani. Il mio è un servizio pubblico perché amo Pisa e i Pisani e chi collaborerà con me sa quanto è importante questo. Sostituzione ad ogni livello dei Comandanti dei Forze di Polizia Municipale, se non seguiranno una rapida e immediata azione di comando e controllo sulla zone calde della città. Non voglio vedere Vigili urbani sbracati e con uniformi diverse. Sostituirò il comandante dei vigili , se necessario, con un Generale in pensione dell’Esercito Chiederò una maggiore fermezza da parte delle Forze dell’Ordine per collaborare con la giunta per sgombrare la città dagli spacciatori e delinquenti, senza sperare che arrivino ulteriori rinforzi da Roma, perché chi come me conosce bene la situazione di uomini, mezzi e finanziaria non ci permette di avere quello che è veramente necessario. Unica scelta riorganizzarsi sul territorio Avvierò un programma, di concerto con il Ministero della Giustizia per costruire un nuovo carcere in cui possa accogliere più persone per avere una certezza della pena sicura. Perché questa è la vera base della certezza della pena. Carceri idonei a contenere e rieducare le persone che hanno sbgalaito. Istituirò lo sceriffo della città. Un vigile urbano che percorrerà almeno 200 km al giorno in motorino in ogni punto della città per verificare se ci sono problemi di ordine pubblico, problemi stradali, pattume in giro e quant’altro la popolazione ritiene di segnalare allo sceriffo di città che sarà vicino al cittadino. Lotta serrata ai borseggiatori, vera piaga sociale della città, con l’assunzione di giovani pensionati che riceveranno un rimborso spese per la loro opera meritoria di controllo del territorio. Istituire quindi il Nonno/volontario. I nonni che vanno al Duomo e fanno da deterrente ai borseggi armati di fischio, radio collegata con VV.UU. e fascia gialla al collo con scritto Anti Pickpocket Guard Sicurezza del consumatore e tutela delle attività commerciali, obiettivi nuovi che devono essere affrontati, sia in materia di polizia amministrativa che di contrasto all’evasione fiscale, con i nuovi poteri forniti ai Sindaci dalle recenti norme e dalle direttive dell’Agenzia delle Entrate; continuerà l’attività, sia in centro che nei quartieri, contro ogni forma di abusivismo commerciale, anche ambulante. L’obbiettivo sarà la completa eliminazione del fenomeno dei “vù comprà” che imperversava in tutto il centro storicoe Duomo, con centinaia di venditori abusivi extra- comunitari (la maggior parte non in regola con le norme sul soggiorno in Italia), che procuravano un danno alle attività commerciali Pisane e creavano un’immagine di degrado e di inciviltà nella quarta città turistica d’Italia. Il contrasto alla prostituzione: nonostante le attuali norme nazionali non permettano di perseguire pienamente il fenomeno, a Pisa, con dedicate ordinanze mettere degli autovelox in prossimità delle zone classiche della prostituzione, luci e soprattutto una costante vigilanza fatta di Vigili urbani che controllano la auto dando una continua scossa al mercimonio sessuale. Free of Bicht sarà l’obbiettivo minimo del prossimo quinquennio Il contrasto all’abuso di sostanze alcoliche e all’uso di sostanze stupefacenti: i due fenomeni sono sottoposti a continui controlli di polizia stradale, che hanno drasticamente ridotto gli incidenti stradali nelle ore notturne. Occorre però proseguire con le campagne nelle scuole, con proiezioni video e statistiche, per prevenire gli incidenti stradali del week end, abolendo di contro le ordinanze che mettono in discussione la libertà del cittadino. Bere si ma moderato ed a qualsiasi ora. Pisa è una città giovane e i giovani non devono vivere in carcere. La sicurezza stradale: dovrà continuare ad essere un obiettivo prioritario del futuro Sindaco; il coordinamento tra i settori Mobilità-Traffico, Informatica e Polizia Municipale, pertetterà di indi viduare i “punti critici” ove più frequenti sono gli incidenti stradali, permettendo interventi di messa in sicurezza di arterie strategiche e di grande penetrazione viabilistica La sicurezza sul lavoro: è il progetto che punta a salvaguardare i lavoratori dalle cosiddette “morti bianche”, soprattutto nel campo dell’edilizia. La partecipazione della Polizia Municipale all’operazione “Cantieri Sicuri”, coordinata dalla Prefettura, con altri Enti istituzionali, dovrà essere potenziata, perché solo attraverso una politica di controlli e di prevenzione si potrà ottenere una drastica riduzione del numero di infortuni sul lavoro, con un risparmio in costi sociali per la collettività; Sicurezza ambientale: l’attenzione sull’ambiente dovrà ripartire dai maggiori controlli sull’abbandono dei rifiuti, anche pericolosi, con l’utilizzo della videosorveglianza mobile e con una nuova sinergia nel segnalare luoghi e strade ove vengono lasciati ogni genere di rifiuti; i controlli dovranno essere estesi alle zone collinari, per impedire lavori di sbancamento o di costruzioni abusive che possano mettere in pericolo l’habitat e la struttura fisica delle zone vincolate; Sicurezza del turista: dovrà essere potenziata l’attenzione verso i turisti, sia italiani che stranieri, con la prevenzione di ogni possibile disagio e con risposte immediate per un soggiorno sicuro, in modo da impedire furti, borseggi, altri reati; sarà predisposto un piano di comunicazione integrato verso i turisti con i numeri telefonici da contattare in caso di necessità e la creazione di un’apposita unità della Polizia Municipale dedicata ai turisti fornita di Sicurezza del Trasporto Pubblico Locale: sarà ulteriormente rafforzata la sicurezza a bordo dei mezzi pubblici, con la presenza di addetti privati alla sicurezza e con la videosorveglianza sull’intero parco veicolare e alle fermate più a rischio, anche per contrastare i fenomeni legati al bullismo e a violenze contro i disabili; Sicurezza dei mercati rionali: in ogni quartiere la presenza della Polizia Municipale dovrà proseguire ed essere implementata con un nuovo Ufficio Mobile di Prossimità; Sicurezza delle proprietà private e coinvolgimento dei proprietari: occorre proseguire il controllo del territorio e dei siti ed edifici cittadini pubblici e privati, oggi disabitati o inattivi, ove potrebbero insediarsi soggetti senza fissa dimora o cittadini irregolari sul territorio nazionale; L’implementazione della videosorveglianza nei quartieri con la motorizzazione di tutto per vedere la situazione in tempo reale e perseguire gli autori di reati, mentre un coordinamento con la Geofor per la pulizia di siti e aree pubbliche impedirà anche il formarsi di degrado e sporcizia lungo le strade; Sicurezza condominiale: occorre implementare e attuare nuovi accordi specifici con le associazioni degli amministratori di condominio, oggi già impegnati nel segnalare al Sindaco possibili situazioni di illegalità e di degrado; Sicurezza nelle case popolari: i risultati conseguiti grazie ai controlli e al monitoraggio delle unità abitative e agli spazi comuni (garages, cantine, parchi e aree verdi) di proprietà comunale, hanno impedito il formarsi di situazioni di grave degrado, individuando utilizzatori abusivi e utilizzi impropri degli appartamenti; Sicurezza e tecnologia: saranno ulteriormente implementate la videosorveglianza urbana e quella della sicurezza stradale; Sicurezza della viabilità in Grandi Eventi: l’obiettivo sarà, con l’implementazione della info- mobilità, di permettere ai cittadini PIsani l’accesso ad informazioni immediate, sia sui provvedimenti legati a cantieri stradali che agli eventi in atto, piuttosto che alle chiusure di strade o alle deviazioni alla viabilità per incidenti stradali; Sicurezza a favore di disabili: sarà ulteriormente incrementata l’azione della Polizia Municipale per individuare “falsi invalidi” e ogni abuso dei relativi “pass”; Considerare Sicurezza nei quartieri e nelle aree verdi: saranno ulteriormente potenziati i controlli; Sicurezza e comunicazione: vanno implementate le informazioni e le comunicazioni in materia di sicurezza urbana e stradale attraverso siti internet pubblici e nuovi strumenti come Twitter, affinchè l’approccio del cittadino alla pubblica amministrazione e alla info-sicurezza, sia immedia- to e con un risultato tempestivo; I vigili urbani faranno una volta al mese il giorno “Bianco Rosso” e cioè tutti ma proprio tutti usciranno da uffici e da qualsiasi attività staranno tutti 6 ore a presidiare zone ad ascoltare i cittadini e a disciplinare il traffico e “FARE Sicurezza” Tutte le mattine alle 8 in punto tutti i vigili urbani saranno schierati in ponte di Mezzo e assisteranno all’alazabandiera del Comune. Così la città vedrà quante persone sono in servizio ogni mattina. Saranno effettuate azioni di contrasto alla dipendenza da gioco. Chiamare i Comandanti delle varie Forze dell’Ordine ad un più proficuo lavoro di coordinamento con l’ausilio di droni e soprattutto coordinare i vigili verso una migliore e diretta azione sul territorio. Meno sulle scrivanie più in strada. In un momento di crisi economica occorre più che mai vigilare sul benessere e sulla sicurezza dei cittadini e sul rispetto delle regole da parte di tutti. Cittadini e turisti chiedono una Pisa pulita, viva, sicura, accessibile anche di sera e di notte ed è per questo che Giuseppina De Fuoco mette ai primi posti del suo programma la sicurezza. Dovrà essere mantenuto il rapporto stretto con tutte le Istituzioni competenti, in primis la Prefettura ed il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, in sinergia e coordinamento reale con ogni Forza di Polizia e con l’intervento delle pattuglie dell’Esercito, secondo i compiti prestabiliti dal Ministero della Difesa. La “sicurezza partecipata e condivisa” è la chiave per affrontare con grande impegno i prossimi cinque anni in tema di vivibilità; solo attraverso una continua analisi quartiere per quartiere, verificando le varie tipologie di fenomeni legati al degrado urbano e alla criminalità, si potrà fornire una risposta certa anche nel caso di piccoli reati che creano allarme sociale (piccoli furti, dan- neggiamenti, abbandono rifiuti, disturbo della quiete pubblica, ecc.) e che impongono interventi tempestivi. L’aiuto dei cittadini verso le Forze dell’Ordine deve avvenire proprio attraverso un maggior controllo sociale del proprio territorio, con l’osservazione di quanto accade nella propria strada, come già in programma la creazione di “assistenti civici” (c.d. “osservatori volontari”), nei parchi, nelle aree verdi, nei centri di aggregazione, nelle biblioteche. Il loro ruolo deve essere proprio quello di “vedetta sul territorio”, “sentinella sociale”, per richiedere gli interventi ai competenti organi di polizia. Uno degli obiettivi per i prossimi cinque è la riformulazione di un nuovo Regolamento di Polizia Urbana per consentire una ancor maggiore efficacia al contrasto della prostituzione su strada, dell’accattonaggio molesto, del consumo di alcol nei parchi e giardini pubblici, dell’abusivismo commerciale. Sicurezza ambientale: l’attenzione sull’ambiente dovrà ripartire dai maggiori controlli sull’ab- bandono dei rifiuti, anche pericolosi, con l’utilizzo della videosorveglianza mobile e con una nuova sinergia con Geofor , già oggi attiva nel segnalare luoghi e strade ove vengono lasciati ogni genere di rifiuti; i controlli dovranno essere estesi alle zone collinari, per impedire lavori di sbancamento o di costruzioni abusive che possano mettere in pericolo l’habitat e la struttura fisica delle zone vincolate; Saranno effettuate azioni di contrasto alla dipendenza da gioco e create no lot area dove saranno proibite e ampliate le zone dove sarà vietata l’impiego delle slot Sarà reso operativo un centro d’ascolto per le dipendenze ampliando il SERT includendo anche la ludopatia. Promulgare una legge per non avere sala slot e scommesse vicino alle scuole, stazione FF.SS, Centri commerciali e luoghi di grande afflusso di traffico e persone. Lotta serrata al gioco e ai personaggi che la frequentano, tipo Stazione. Conclude Giuseppina DE Fuoco con un prima determinata uscita programmatica per cercare di far presente i suoi programmi per il suo partito Fare con Tosi, Noi con l'Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppina De Fuoco, coordinatrice provinciale di Fare con Tosi-Noi con l'Italia, analizza i risultati delle elezioni

PisaToday è in caricamento