Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Governo, da Rifondazione: "Serve una Sinistra che disobbedisca all'Europa"

Dichiarazioni politiche dal segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero, a margine di una serie di iniziative organizzate dal partito a sostegno della campagna referendaria e in vista delle elezioni

Ieri il segretario di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero, a margine di una serie di iniziative organizzate dal partito a sostegno della campagna referendaria e in vista delle elezioni, ha dichiarato che serve una sinistra che sappia invertire la rotta di Monti e disobbedire all'Europa, che con le sue politiche ha massacrato gli italiani.
 
"Per questo lavoriamo a costituire una rete di forze politiche e movimenti che restituisca al Paese una sinistra degna di questo nome. Le scelte di Monti - ha aggiunto - hanno aggravato la crisi perché sono state fatte per garantire i privilegi dei ricchi e della casta e scarica le difficoltà su giovani e lavoratori. Noi invece chiediamo agli italiani di sostenerci nella raccolta firme per i referendum che reintroduce l'articolo 18, ma anche quello per cancellare la riforma Fornero".
 
C'è un prima e un dopo le primarie del centrosinistra e io auspico che Sel possa ripensarci e costruire con noi il polo dell'alternativa e di una sinistra vera. Il dialogo non si interrompe, mentre con l'Idv la discussione è ancora più avanzata". Così il segretario nazionale di Rifondazione comunista Paolo Ferrero ha risposto oggi a Pisa, a margine di un'iniziativa a sostegno della campagna referendaria, a chi gli ha chiesto quali son le alleanze possibili in vista della prossima tornata elettorale.
 
"Credo che molti elettori di Sel ma anche gran parte della sua classe dirigente - ha spiegato Ferrero - rivedranno il loro giudizio sull'attuale centrosinistra quando si accorgeranno che Vendola non farà il presidente del Consiglio e che invece dovranno fare i conti con una coalizione in cui ci sono Casini, Bersani e Renzi. Io penso che ci sarà spazio per sviluppare un dialogo a sinistra e cambiare lo scenario. Il prima e dopo le primarie, vale anche per l'Idv che comunque ha dato indicazione di voto e ha scelto di partecipare indirettamente a questo teatrino, ma sono convinto che ci sia ancora il tempo e lo spazio per costruire qualcosa di diverso".
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo, da Rifondazione: "Serve una Sinistra che disobbedisca all'Europa"

PisaToday è in caricamento