Guardie giurate per la sicurezza degli alunni a Cascina: "Basta con lo sperpero di soldi pubblici"

Critiche al progetto 'Sentinelle a scuola' da parte di Articolo 1 - LeU: "Non è appaltando servizi pubblici a ditte private che si amministra un comune"

Non piace ad Articolo 1 - LeU Cascina la decisione dell'amministrazione di avviare la sperimentazione di 'Sentinelle a scuola', la collaborazione fra Comune e la vigilanza privata per maggiori controlli nei pressi dei plessi scolastici, in particolare nella presenza durante gli orari di entrata ed uscita dei bambini. 

"Il Comune a guida leghista - afferma Giovanni Greco - colleziona un’altra sconfitta, appaltando un servizio delicato e importante alla vigilanza privata. Basta col chiamarle sentinelle, questa è una vigilanza privata, che non ha e non può avere una formazione tale per garantire l’incolumità dei bambini e dei ragazzi che entrano ed escono da scuola. La sindaca si metta bene in testa che non è appaltando lavori a ditte private che si amministra un comune, ma garantendo servizi pubblici, gestiti da personale qualificato come quello della Polizia Municipale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ma poi - attacca ancora Articolo 1 - LeU - quali sarebbero i rischi per la sicurezza dei bambini all’ingresso delle scuole se non il rispetto del codice della strada da parte dei genitori che li accompagnano e del traffico in genere? Bene… per far rispettare il codice della strada non serve la vigilanza privata, ma la Polizia Municipale. E’ ora di finirla con lo sperpero di soldi pubblici in servizi inutili anzi dannosi, che addirittura ricadono sui bambini con giustificazioni vaneggianti. Ci appelliamo ai dirigenti scolastici per vietare che persone non qualificate ed addirittura armate frequentino gli spazi adiacenti ai locali delle scuole. La sindaca ed i suoi vassalli pensino a risolvere problemi come incrementare il numero dei vigili e la loro dotazione, o ancora migliorare le strutture scolastiche ed aumentare i posti a scuola se davvero hanno a cuore la sicurezza di Cascina e non le tasche di privati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Covid era in discoteca: appello a mettersi in contatto con la Asl

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Coronavirus in Toscana, 61 nuovi casi: 8 in più a Pisa

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Minore scomparso a Calambrone: 15enne ritrovato

  • Meteo, quando finirà il grande caldo? Le previsioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento