rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Politica

IDEE PER LA NOSTRA CITTÀ - MOVIMENTO 5 STELLE, PROBLEMATICHE E PROPOSTE PER IL QUARTIERE DEI PASSI

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Questa iniziativa ai Passi rappresenta una occasione per contribuire a far emergere i problemi, discutere insieme quali siano i suggerimenti e le proposte. Questo sesto appuntamento si aggiunge alle precedenti occasioni di confronto, che il Movimento ha organizzato su tutto il territorio comunale. Questo è l ‘unico modo ormai per consentire la partecipazione attiva dei cittadini, privati degli strumenti di partecipazione. È l’occasione per i cittadini di dire la loro e per il Movimento di farsi portavoce di un disagio autentico, espressione del quotidiano e del vivere comune. Alla presenza dei Consiglieri comunali e dei rappresentanti del Movimento 5 Stelle pisano si svolgerà il sesto Focus, sul quartiere dei Passi. L’intento è quello di costruire insieme un percorso, una progettualità che tenga conto delle esigenze di chi vuole vivere al meglio il proprio quartiere. Le criticità raccolte e condivise sul territorio sono la fotografia di un quartiere isolato, in stato di abbandono. La Giunta Conti ha portato avanti la maggior parte dei progetti della precedente Amministrazione, apportando solo delle piccole modifiche. Dopo aver diviso il quartiere in 3 lotti, il terzo lotto, che include il cuore del quartiere, non è stato completato a causa di una errata programmazione dei fondi. In sostanza i soldi sono finiti. Oltre a queste considerevoli migliorie, niente è stato fatto per le aree più interne. La Giunta si è completamente dimenticata che il quartiere è abitato principalmente da anziani. È necessario quindi operare sulla sistemazione di marciapiedi disconnessi, predisporre l’illuminazione mancante e migliorare i collegamenti con il centro e il resto della città. La maggior parte del quartiere è costituito da appartamenti popolari riscattati, ed è sempre presente una piccola parte di appartamenti ancora in gestione di APES. Con il il progetto cohousing il Sindaco Conti e l’Assessore Poli hanno consegnato le chiavi ai nuovi proprietari di appartamenti popolari, ma una volta presi in consegna, sono emersi problemi a livello di riscaldamento e di fatto risultano inutilizzabili. Del progetto inerente il sottopasso, sia carrabile che pedonale, è sparita traccia. Eppure è un’opera fondamentale per collegare il quartiere con il resto della città. In sintesi in questi 5 anni non è stato programmato niente che consenta di facilitare gli spostamenti dalla periferia al centro città. Occorre completare la realizzazione delle piste ciclabili, collegando la città con le altre realtà comunali, creando una rete metropolitana di mobilità dolce e potenziare il trasporto pubblico. Per quanto concerne la socialità vi è l’assenza di spazi per la collettività, per la partecipazione attiva dei cittadini, come ad esempio gli orti sociali. Sono necessari spazi di aggregazione dove comitati, cittadini e associazioni possano ritrovarsi e partecipare attivamente al miglioramento del proprio quartiere. Sulla sicurezza tante sono state le promesse ma purtroppo si è assistito ad un significativo aumento di furti nelle abitazioni dei privati e nei negozi, con conseguenti danni ai commercianti. In questo ultimo anno sono state attivate solo 12 telecamere, ma la quasi totalità in centro storico. I pattugliamenti sono sporadici e ad oggi non è stata ancora istituita la figura del vigile di quartiere, altra promessa disattesa dalla Destra. Occorre il posizionamento di telecamere intelligenti, una maggiore illuminazione, l’incremento del pattugliamento attraverso una richiesta specifica al comitato dell’ordine pubblico. Per quanto riguarda la parte legata all’incremento delle attività commerciali, c’è stato un totale disinteresse da parte di questa Amministrazione di Destra. Il Comune ha chiesto 10000 euro a commerciante per avere a disposizione 1 posto nella “Loggia” del quartiere (totale posti sei). Di fatto questa Giunta, invece di incentivare il piccolo commerciante, lo tartassa. La nostra proposta è molto chiara: crediamo che il Comune non debba fare profitti, ma garantire il rientro delle spese per l’erogazione dei servizi e degli spazi andando a favorire il piccolo commerciante, offrendo finalmente un mercato ad un quartiere che ad oggi ne è sprovvisto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IDEE PER LA NOSTRA CITTÀ - MOVIMENTO 5 STELLE, PROBLEMATICHE E PROPOSTE PER IL QUARTIERE DEI PASSI

PisaToday è in caricamento