Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Idv Pisa insieme agli Indignatos

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il 15 ottobre, 800 piazze in tutto il mondo unite per un cambiamento globale, si riempiranno di indignatos. Noi dell'Italia dei Valori ci saremo. Anche da Pisa andremo a Roma con una nostra delegazione. C'è un silenzio che dal 10 ottobre 2008, dal “The Big One”  ad oggi, non ha mai smesso di gridare, è il silenzio dei cittadini che stanno pagando tutti i giorni il costo sociale della speculazione finanziaria. La politica ha il dovere di trovare un linguaggio nuovo per squarciare questo silenzio assordante. L'unica certezza di questa crisi è che quando si parla di sacrifici, il palcoscenico globale riconosce un solo attore, i popoli,  a tal punto strappati alla loro reàltà sociale e civile da essere chiamati Pigs o Piigs. Neanche il popolo bue, però, è così bue da credere che non ci sia un’altro modo per affrontare la crisi. Non si possono chiedere lacrime e sangue senza cambiare niente, come vorrebbero i gattopardi della crisi. E' mancato un programma economico capace di legare i sacrifici ad una nuova economia, ad un nuovo progetto di crescita e di sviluppo. E' in grado la politica di intervenire non solo aprendo il portafoglio per salvare banche e assicurazioni, ma anche aprendo la mente ad un nuovo modello di sviluppo, a regole che non devono essere aggirate, ad autorità di controllo che non devono essere ignorate, ad agenzie di rating lontane dagli evidenti conflitti di interesse, come è successo dal 2008 fino ad oggi ? Questo si chiedono i cittadini. Dopo tre anni in cui gli speculatori hanno continuato a speculare indisturbati e la crisi a restare senza vie d'uscita, i cittadini chiedono di essere non solo protagonisti quando si tratta di fare sacrifici, ma anche protagonisti attivi nell'individuare strumenti e percorsi nuovi per uscire dalla crisi. “Quando finiremo di fare sacrifici umani al dio di una elite di presunti esperti che sta rovinando il mondo e ci dedicheremo a sanare l’economia? “ sono parole del premio Nobel per l’Economia del 2008, Paul Krugman, lontano dagli indignatos ma ugualmente inascoltato. Sono troppe le voci che restano al margine dei processi di risanamento dell'economia. Il timore fondato, all'origine delle proteste, è che manchi una reale volontà di risanare l'economia intossicata della crisi.

Silvia Marroni, coordinatrice cittadina dell'Italia dei Valori Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Idv Pisa insieme agli Indignatos

PisaToday è in caricamento