Politica

Imu: le proposte di Rifondazione Comunista Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La scorsa settimana la Direzione Nazionale di Rifondazione Comunista ha lanciato una campagna nazionale contro l'IMU sulla prima casa, all'interno delle mobilitazioni contro il governo Monti e le sue politiche di "rigore" e attacco al lavoro. "Il governo Monti e i partiti che lo sostengono - afferma il coordinatore cittadino di Rifondazione Comunista, Federico Oliveri - hanno clamorosamente fallito". E spiega: "Siamo in piena recessione. La disoccupazione ha superato il 10%, con punte del 33% per i più giovani. Centinaia di migliaia di persone lasceranno nei prossimi mesi il posto di lavoro ma non avranno accesso alla pensione. Il debito pubblico è ai massimi. Gli interessi sui titoli, senza ripresa economica e senza misure strutturali contro la speculazione, restano altissimi. Le banche, che possiedono gran parte del debito, mangiano le risorse recuperate coi “sacrifici” dei lavoratori e dei pensionati. Alle difficoltà di tanti di arrivare a fine mese si è aggiunta, nelle scorse settimane, anche la prima rata dell’IMU".

"Quest’imposta - continua l'esponente di Rifondazione Comunista - è un ulteriore regalo a chi specula sul debito: la quota di gettito riservata allo Stato è destinata al pareggio di bilancio e non ai servizi per i cittadini. Si tratta di un’imposta profondamente iniqua, sganciata dal reddito e dal valore reale degli immobili, che va contro la progressività fiscale sancita dalla nostra Costituzione. Per questo da mesi, anche come Federazione della Sinistra, chiediamo di sostituire l’IMU con una tassa sui grandi patrimoni mobili e immobili". E, in riferimento al dibattito cittadino sulle aliquote IMU sviluppatosi nelle ultime settimane, puntualizza: "Abbiamo sentito, soprattutto a destra, posizioni incoerenti e proposte puramente demagogiche. Chi, come il PDL, ha votato l’IMU a livello nazionale dovrebbe astenersi a livello locale dal fare la voce grossa contro l'iniquità dell'imposta e dovrebbe evitare di appropriarsi di proposte fatte da altri, a partire dall'Unione Inquilini e da noi stessi, per abbattere l'imposta sugli immobili affittati a canone concordato. Inoltre, la proposta del PDL di abolire l’imposta su tutte le prime case indipendentemente dal reddito ci sembra un'ulteriore regalia ai più ricchi". 

Entro giugno la giunta è decisa a portare la propria proposta in materia di aliquote IMU in Consiglio comunale. In quella sede Rifondazione Comunista si farà promotrice, oltre che delle proposte elaborate nella Federazione della Sinistra, anche delle rivendicazioni dell'Unione Inquilini e del Comitato No Debito.

"Al contrario di quanto continua a sostenere la giunta - spiega ancora Oliveri - noi crediamo sia possibile azzerare l’IMU per chi possiede esclusivamente la casa in cui vive, ha un reddito medio-basso o si trova in particolari situazioni come la cassa integrazione, la disoccupazione, la presenza di un disabile in famiglia o l’incombenza di mutui insostenibili. Le risorse per coprire il minore gettito per il Comune si possono recuperare in vari modi: oltre a colpire duramente chi lascia le case sfitte senza giusta causa, si può far pagare proporzionalmente di più chi possiede immobili in categorie catastali di pregio e chi ne affitta più di un certo numero a canone libero. Si deve inoltre fare un censimento accurato degli immobili e si deve verificare che la Chiesa paghi tutto il dovuto sulle strutture ad uso commerciale". E ricorda, in conclusione: "I Comuni hanno tempo fino al 30 settembre per decidere le aliquote su cui verrà calcolato il saldo dell’IMU. Non comprendiamo la fretta della giunta nel voler chiudere la discussione nelle prossime settimane. Chiediamo che prima di decidere si analizzino i risultati della rata appena pagata e che, dati alla mano, si abbia il coraggio di inserire forti elementi di giustizia sociale nell'articolazione comunale dell'IMU".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu: le proposte di Rifondazione Comunista Pisa

PisaToday è in caricamento