rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Inaugurazione Biblioteca comunale di Ponsacco: intervento di Roberto Russo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Faccio i miei migliori auguri mediatici agli operatori e a tutti gli utenti della Biblioteca Comunale di Ponsacco, che ho saputo per email essere stata inaugurata in data odierna. Mi è pervenuto l'invito ad un evento, che è sembrato aver assunto una valenza istituzionale, ma che nei fatti non ha avuto alcuna condivisione da parte del Sindaco e della Giunta.

Infatti, lo spostamento della Biblioteca, che era nato come provvedimento di urgenza fin dal novembre del 2014 (per infiltrazioni nel vecchio edificio), si è trasformato in un insediamento con tanto di servizi aggiuntivi (informagiovani e sportello stranieri).

Di un progetto così importante per tutta la città di Ponsacco e delle spese analitiche non è mai stata fornita alcuna informativa o illustrazione al Consiglio Comunale, se non qualche scarno riferimento in sede di bilancio, la pubblicazione di procedimenti sull'Albo Pretorio con la notizia che una fondazione bancaria aveva provveduto ad un generoso contributo.
Una spesa di oltre centomila euro avrebbe dovuto essere portata all'attenzione di tutti i consiglieri (quelli di opposizione), proprio per agevolare la partecipazione ed il miglioramento eventuale in corso d'opera. Non è accaduto nulla di questo e si è seguito il solito mantra del solipsismo di maggioranza.
 

Non meraviglia, pertanto, che sia stata organizzata la solita parata di partito, che ha coinvolto istituzioni regionali e sovracomunali, nonché le scuole del territorio (sic!), senza che alcuna diffusione dell'iniziativa sia mai stata attuata in alcuna maniera con tutte le forze istituzionali del consiglio. 

Allora non pare un caso che ci sia voluto almeno un anno e mezzo per dirimere la questione delle bacheche (ancora da assegnare alle forze politiche di opposizione), mentre per il giornalino del sindaco Brogi si sia provveduto immediatamente dal 2014 (sono spesi oltre 5000 euro l'anno) o che per l'attivazione delle riprese in diretta video del Consiglio Comunale stiamo ancora alla fase regolamentare, pur con tutto l'impegno possibile. E se non si vuole trovare occasione di incontro su settori comuni come la cultura e l'istruzione, diventa superfluo ogni tentativo di dialogo e si fa manifesta l'incapacità e la paura di questa amministrazione di trovare punti di contatto e di unità cittadina. Il presunto giovanilismo tanto decantato non è altro che una forma per mascherare un atteggiamento pressoché autoritario. Per questo ho ritenuto doveroso inoltrare un'interpellanza in Consiglio Comunale in cui ho richiesto il rendiconto analitico delle spese, copia dei documenti di progetto, dei contratti e delle gare attivate, nonché dei programmi analitici delle attività previste da consegnare ad ogni consigliere e da illustrare da parte di ogni assessore e tecnico responsabile, altresì da parte del consigliere di maggioranza delegato al settore e da dibattere nella prossima seduta del Consiglio stesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurazione Biblioteca comunale di Ponsacco: intervento di Roberto Russo

PisaToday è in caricamento