Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Sicurezza, Fratelli d'Italia incontra il nuovo questore: "Pronti a collaborare con le forze dell'ordine"

Una delegazione del partito di Fdi ha fatto il punto sul problema sicurezza dopo i recenti episodi avvenuti in città

Una delegazione di Fratelli d'Italia, composta dal vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Raffaele Latrofa, dal consigliere comunale e vice-capogruppo di Fratelli d’Italia Rachele Compare e dai consiglieri comunali Elena Del Rosso e Virginia Mancini, ha incontrato il nuovo questore di Pisa, Sebastiano Salvo, per dargli il benvenuto in città e confermare la piena disponibilità e sostegno alle forze dell’ordine da parte del partito di Giorgia Meloni.

“La sicurezza in città è una delle nostre priorità - affermano Latrofa, Compare, Del Rosso e Mancini - per questo abbiamo voluto incontrare personalmente il neo-questore. Il nostro centro storico, soprattutto nel fine-settimana, è diventato lo scenario di scontri tra bande rivali di extracomunitari, e così sul litorale stiamo registrando molti furti e rapine, i cittadini sono esasperati e lo siamo anche noi. Non ci nascondiamo dietro ad un dito, il problema esiste e va affrontato con fermezza".

"Abbiamo ribadito al questore di essere disponibili a collaborare costantemente con le forze dell’ordine, anche in sinergia con il prefetto - proseguono - riteniamo che la linea adottata dal sindaco Conti sia valida: serve la massima attenzione e collaborazione per fermare questa escalation. L’amministrazione comunale ha infatti chiesto più volte l’impiego di più agenti e pattuglie. Va detto che il problema è complesso e alcuni suoi elementi non possono essere gestiti dalla sola amministrazione comunale. Noi di Fratelli d'Italia siamo i primi a ritenere che sulla sicurezza occorra fare di più. E siamo convinti che questa non si garantisca solo attraverso un eccessivo dispiego di forze dell'ordine, bensì proseguendo con le politiche di riappropriazione degli spazi e di recupero dei parchi pubblici e valorizzando i quartieri popolari e periferici".

"Nei cinque anni precedenti e in quelli a seguire, continueremo a lavorare in questa direzione, dedicando attenzione anche alla progettualità legata alla sicurezza e alla riappropriazione degli spazi e alla riqualificazione degli stessi applicando il concetto di Smart City. Una progettualità che porteremo avanti coinvolgendo anche le università pisane - proseguono i rappresentanti di Fdi - Fratelli d’Italia è stato sempre impegnato su questo fronte, e riteniamo che un costante coinvolgimento dei cittadini e una sinergia tra amministrazione comunale, forze dell'ordine e cittadini sia imprescindibile per affrontare il problema. Ci siamo resi disponibili a una interlocuzione costante e costruttiva con tutti i soggetti coinvolti in quest’ambito”.

"E' necessario intensificare i controlli anti-prostituzione nella zona di Barbaricina e dell’Aurelia - aggiunge il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Diego Petrucci - le forze dell’ordine facciano la loro parte. Lascia fortemente perplessi il fatto che in 20 anni a Pisa siano passati 18 tra prefetti e questori. Questo non aiuta, serve tempo per poter approfondire le dinamiche delle singole città. A settembre ne parleremo con i rappresentanti del governo di Fratelli d'Italia". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Fratelli d'Italia incontra il nuovo questore: "Pronti a collaborare con le forze dell'ordine"
PisaToday è in caricamento