Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

La bonifica che cambia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La Regione con una legge ha riformato l’attività di bonifica in Toscana, riducendo il numero dei Consorzi da 13 a 6 e assegnando ai nuovi enti territori più grandi per il controllo del sistema dello scolo delle acque di tutta la regione.

La legge troverà piena applicazione il 30 novembre prossimo con le elezioni consortili, che permetteranno ai cittadini di eleggere i consiglieri delle assemblee dei nuovi consorzi di bonifica. Anche in Versilia cambieranno dunque gli assetti di questo ente territoriale che si occupa della difesa del suolo. Il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli cesserà di esistere come lo conosciamo e confluirà in un Consorzio dieci volte più grande che si chiamerà Toscana Nord.

Una vera rivoluzione che investe non soltanto l’Ente, ma tutta la comunità.

Per questo il Commissario Fortunato Angelini ha espresso, con una comunicazione ai sindaci e ai presidenti dei consigli comunali di tutto il comprensorio (Versilia più Vecchiano, Montignoso e Lucca), la piena disponibilità a spiegare in consiglio e ai cittadini, con incontri pubblici, tutte le novità che verranno introdotte con la riforma.

“Un gesto dovuto – spiega Angelini – che conferma tutta l’apertura nei confronti dei cittadini e dei loro rappresentanti.”

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bonifica che cambia

PisaToday è in caricamento