Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Lari: 'Una svolta in comune' ricorda le 17 vittime della strage di Aiale con una lapide commemorativa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Come ogni anno nel nostro Comune verrà ricordato l'anniversario della strage di Aiale, quel tragico 16 luglio 1944 in cui morirono diciassette innocenti (bambini, donne e uomini) uccisi dalle truppe naziste che bombardarono dalla collina di fronte l'abitato di Lari, aspettando che i civili uscissero inermi dai rifugi ora che sembrava che Lari fosse finalmente libera.

Erano i primi momenti di gioia per chi finalmente vedeva cacciare via il nemico nazista e fascista dalle terre larigiane non solo per mano delle truppe alleate, ma anche grazie agli innumerevoli episodi di disobbedienza civile e resistenza armata del popolo larigiano.

Oggi finalmente la nostra Lista mantiene la promessa che aveva fatto un anno fa con i concittadini di Aiale e con tutto il popolo antifascista di Lari, deponendo nel luogo della strage una lapide commemorativa con il nome dei diciassette a cui fu spezzata tragicamente la vita, una lapide che porti il peso e il segno di quello che avvenne lì in quel luogo nel 1944.

La lapide commemorativa che affiggeremo non sarà firmata da sigle politiche, associative o istituzionali: sarà a firma del "Popolo Antifascista di Lari", perché la memoria, così come fu la Resistenza, deve essere un fatto di popolo. Per questo motivo domani, 16 luglio 2015, invitiamo tutta la cittadinanza ad Aiale, sui luoghi della strage, alle ore 18:30, per presenziare all'affissione della lapide.

Ricordare e far ricordare è un dovere sacrosanto di chi ha lottato e continua a lottare per difendere i nostri diritti. Salvaguardare la nostra memoria è un dovere morale e politico.

Ora e sempre Resistenza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lari: 'Una svolta in comune' ricorda le 17 vittime della strage di Aiale con una lapide commemorativa

PisaToday è in caricamento