Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

"Ho una famiglia normale, non ho gay": la Lega scarica il candidato sindaco Brini

L'annuncio del Carroccio dopo le affermazioni di sabato: "Non possiamo volgere lo sguardo dall'altra parte"

La Lega ritira l'appoggio a Giuseppe Brini, il candidato sindaco del centrodestra che durante la presentazione della propria candidatura a primo cittadino di Pontedera ha affermato: "Io ho quattro nipoti, ho una famiglia normale, non c'ho gay, non c'ho nulla...". Un'uscita sicuramente poco felice della quale Brini ha subito tentato di scusarsi, senza tuttavia riuscire a placare le polemiche.

La novità è di questa mattina, 5 marzo, ed è stata resa nota con un nota inviata dal carroccio ai mezzi stampa: "La persona di Brini non è in discussione - spiegano il segretario provinciale, Gabriele Gabriellini, e il deputato pisano Edoardo Ziello - perché la sua preparazione tecnica ed amministrativa è nota. Ma dopo le dichiarazioni che abbiamo sentito nel corso della conferenza stampa, non possiamo volgere lo sguardo dall'altra parte. E dal momento che la Lega, a differenza di altri partiti, ha il coraggio e la forza per prendere decisioni importanti e complesse, noi, per una questione di rispetto verso tutti, riteniamo che non ci siano più le condizioni per continuare con questo percorso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho una famiglia normale, non ho gay": la Lega scarica il candidato sindaco Brini

PisaToday è in caricamento