Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Legge elettorale, Sinistra Italiana: "Noi diciamo NO ed invitiamo i cittadini a scendere in piazza"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

«Il passaggio a colpi di fiducia della legge elettorale proposta dalla maggioranza a guida PD, con i voti di Forza Italia e Lega, è solo l'ultima tappa di una vicenda dolorosa per la storia repubblicana. Dopo il Porcellum incostituzionale di Berlusconi e l'Italicum incostituzionale di Renzi, una ulteriore riforma è approvata – al momento in prima lettura alla Camera – senza l'interesse per un autentico confronto con tutti i partiti». Così Ettore Bucci, segretario provinciale di Sinistra Italiana. «Siamo contrari al cosiddetto Rosatellum nel metodo e nel merito. Nel metodo, segnalo che prima dell'estate era possibile approvare una valida legge proporzionale, frutto di un accordo fra maggioranza, Movimento 5 Stelle, Sinistra Italiana e centrodestra. Quella proposta è stata fatta saltare sfruttando strumentalmente il voto su un emendamento. Insomma: un accordo trasparente tra forze politiche era possibile ma si è preferito andare avanti a colpi di arroganza. Nel merito, Sinistra Italiana insiste su dispositivi proporzionali poiché il referendum del 4 dicembre, vittorioso, ha dimostrato che esiste nel Paese una richiesta forte di rappresentanza. Una legge che prefigura un Parlamento di nominati ed usa la stortura maggioritaria non è all'altezza della domanda di democrazia dei cittadini».

Nel segno di tale contrarietà, Sinistra Italiana ricorda le iniziative di mobilitazione:«Invitiamo i cittadini a prender parte ai momenti pubblici di opposizione. Abbiamo condiviso un presidio innanzi alla prefettura nel corso della settimana e condivideremo con altre forze, come Mdp, Rifondazione, Possibile e Pci, un ulteriore momento pubblico, domenica 15 ottobre dalle ore 16 in Logge di Banchi. Ancora di più, Sinistra Italiana assicura il suo impegno per un duplice obiettivo: costruire un'alternativa politica inclusiva e radicale ai poli oggi esistenti e di rendere la legge elettorale di saldo impianto proporzionale un elemento strutturante di tale proposta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge elettorale, Sinistra Italiana: "Noi diciamo NO ed invitiamo i cittadini a scendere in piazza"

PisaToday è in caricamento