Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Fusione scali, lettera aperta della capogruppo 5 stelle Zuccaro: "C'era una volta l'aeroporto"

L'esponente ricostruisce le vicende che hanno interessato l'unione degli scali di Pisa e Firenze, dalla pista di Peretola alle nomine in Cda della nuova società unica. Chiesta la posizione del Comune in merito alle quote societarie e alla nuova pista

Con una lettera aperta rivolta al Sindaco la capogruppo in Consiglio Comunale dei 5 stelle Elisabetta Zuccaro ripercorre le ultime tappe della fusione fra gli aeroporti e chiede al Comune che intenzioni abbia in merito alla partecipazione azionaria detenuta, in quanto l'esponente grillina teme una prossima vendita da parte dei soci pubblici. Altro punto in cui vorrebbe una presa di posizione dell'Amministrazione è sull'opportunità o meno dell'allungamento della Pista di Peretola.

Questo il documento integrale:

"C'era una volta l'Aeroporto di Pisa

Mentre Corporacion America Italia impone la sua tabella di marcia sulla pista di Peretola per non perdere i fondi dello sblocca Italia che prevede l'apertura dei cantieri entro il 31 agosto, il Sindaco di Pisa dorme sonni tranquilli, sostenendo in consiglio comunale che non c'è fretta, la discussione sulle strategie e sui pacchetti azionari 'è prematura' perché neanche tra i soci pubblici è stato ancora sviluppato il dibattito.

Intanto proprio sul progetto di allungamento della pista di Peretola salta il comune di Sesto Fiorentino per contrasti interni alla maggioranza e la commissione VIA del Ministero dell'ambiente chiede integrazioni a ENAC a causa delle osservazioni effettuate da Università, Comuni della Piana e comitati sullo studio di Toscana Aeroporti relativo alla pista di 2.400 metri.

E mentre il Sindaco di Pisa rimuove i propri doveri istituzionali, il 15 luglio scorso è stata approvata nell'assemblea dei soci una riduzione della quota minima dell'azionariato pubblico al 2,5% che ne vanifica il ruolo strategico, che si colloca attualmente al 37%, preparando il terreno ad una vendita a catena da parte dei soci pubblici di fronte all'appetibile opportunità di fare cassa.

Ma perché riconfermare in consiglio di amministrazione la stessa consigliera Angela Nobile, ex Segretario Generale del Comune di Pisa, contro cui scagliò la propria furia mediatica il 15 ottobre 2014 quando approvò in cda le linee guida del progetto di fusione contenente lo sviluppo infrastrutturale del Master Plan di AdF con la pista di 2400 metri, contrariamente alle deliberazioni assunte dal Consiglio Regionale e dal Consiglio Comunale di Pisa.

E' proprio da quel momento che si è dato avvio al cambio di strategia che ha portato al controllo privato della società con il benestare degli onnipresenti advisor del Sindaco della società MRB, Moores Rowland Bompani, in cui Bompani richiama un importante socio sostenitore della Fondazione OPEN, gestita da Marco Carrai, ora Presidente di Toscana Aeroporti, per le necessità di Renzi, a partire dalla Leopolda.

Forse tanto candore e tanta intempestività non sono casuali?

Il Movimento 5 Stelle chiede che il Sindaco venga allo scoperto e spieghi alla città il significato della riconferma della dott.ssa Nobile in cda, nonostante il conflitto di interessi denunciato dai revisori dei conti e nonostante continui ad essere responsabile dell’accordo di programma del People Mover, uno dei progetti più critici del Comune di Pisa legato alle strategie aeroportuali.

Chiede, infine, al Sindaco di dire ai cittadini che cosa intende fare delle quote azionarie del Comune di Pisa, e come si posiziona rispetto al progetto di allungamento della pista di Peretola a 2400 metri, possibilmente con analisi tempestive e non tardive che coinvolgano democraticamente il Consiglio Comunale in qualità di organo di indirizzo e controllo, al fine di potersi esprimere attivamente nelle sedi opportune nel vero interesse dei cittadini, con la consapevolezza che anche le decisioni di non scegliere possono essere dannose per la comunità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione scali, lettera aperta della capogruppo 5 stelle Zuccaro: "C'era una volta l'aeroporto"

PisaToday è in caricamento