rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Politica

Litorale e sviluppo: "Potremmo riportare gli idrovolanti a Boccadarno"

Il consigliere e presidente della Prima Commissione Maurizio Nerini invita a valutare l'idea "nell'ambito del trasporto e sviluppo sostenibile dei territori costieri"

Un collegamento d'altri tempi con altre realtà costiere, per una "idea tanto vecchia quanto innovativa". La spiega così il consigliere comunale FdI e presidente della Prima Commissione consiliare Maurizio Nerini: è la possibilità di prevedere sul litorale pisano una base per idrovolanti. L'ipotesi nasce dal confronto nel contesto di 'Interreg Maritime', Programma transfrontaliero cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (Fesr) nell'ambito della Cooperazione Territoriale Europea (Cte) dedicato all'area del Mediterraneo centro-settentrionale, per promuovere crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

"Sto seguendo come presidente della Prima Commissione consiliare, ma anche come tecnico di Costruzioni Aeronautiche all'Iti di Pisa - dice Nerini in una nota - quella che davvero si configura come una opportunità per l'economia della nostra area". Per migliorare i collegamenti con le coste francesci "vogliamo cercare una soluzione alternativa e concorrenziale riportando una base di idrovolanti a Marina di Pisa, ripristinando le linee aeree transfrontaliere come era all'inizio del '900 con il sud delle Francia, Marsiglia e la Corsica, ma anche con Sardegna, Liguria e l'arcipelago toscano".

"La storia e la cultura aeronautica - aggiunge - sono dalla nostra parte, sono 100 anni dal 1° volo del Dornier Wall costruito dalla Cmasa a Boccadarno, la tradizione universitaria ci può aiutare. Abbiamo firmato nel 2021 un protocollo nazionale delle città sedi di idroscali storici e il Comune di Pisa ha già inserito le previsioni nei propri atti, anche nella navigabilità del fiume Arno. Si stanno formando varie società private italo-francesi molto interessate ai collegamenti transfrontalieri con un servizio di idrovolanti, quindi, proprio nell'ambito del trasporto e sviluppo sostenibile dei territori costieri, è definibile un interesse pubblico-privato che può a pieno titolo partecipare con una progettazione specifica. Chiediamo a tutti, privati e istituzioni, la massima apertura e disponibilità a valutare un'idea tanto vecchia quanto innovativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litorale e sviluppo: "Potremmo riportare gli idrovolanti a Boccadarno"

PisaToday è in caricamento